cerca CERCA
Domenica 16 Maggio 2021
Aggiornato: 20:42
Temi caldi

Il caso

Video Grillo, la 5S Macina attacca Bongiorno: ira Lega

22 aprile 2021 | 12.01
LETTURA: 3 minuti

La sottosegretaria alla Giustizia: "Bongiorno difensore o passa informazioni a capo partito?". L'avvocata e Salvini agiranno per via legale, Carroccio chiede dimissioni. Incontro di chiarimento tra la ministra Cartabia e la sottosegretaria

alternate text
Fotogramma /Ipa

M5S-Lega, si apre il 'caso Anna Macina' dopo l'intervista della sottosegretaria alla Giustizia cinquestelle al Corriere della Sera. E in serata, secondo quanto riferiscono fonti di via Arenula, c'è stato un incontro di chiarimento tra la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, e la sottosegretaria Macina, dopo le polemiche delle ultime ore. "Una posizione istituzionale richiede il massimo riserbo sulle vicende giudiziarie aperte" è, a quanto si apprende, quello ha ricordato la ministra Cartabia, incontrando la sottosegretaria.

Leggi anche

Nel mirino del Carroccio, il commento al video di Grillo in difesa del figlio Ciro accusato di stupro - "l'urlo di dolore di un papà. Vi vedo molto il lato umano. Quasi nulla di politico" ma, afferma Macina nell'intervista al Corsera, "doveva essere evitato" - con l'attacco a Giulia Bongiorno, legale della presunta vittima. "Sarebbe grave - spiega infatti nell'intervista la sottosegretaria - che si utilizzi per fini politici una vicenda in cui non si capisce se Bongiorno parla da difensore (che ha quel video), o da senatrice che passa informazioni al suo capo di partito di cui è anche difensore. Mi ha gelato sentirla dire che porterà il video di Grillo in Tribunale, lasciando intendere che il comportamento del papà ricadrà sul figlio. Cosa vuole fare, il processo alla famiglia? Rabbrividisco", le parole della sottosegretaria Corsera.

L'intervista non è passata inosservata alla diretta interessata, l'avvocata Bongiorno, che replica: "Dopo la scelta di Grillo di formulare accuse alla famiglia della vittima e alla procura, oggi il sottosegretario alla Giustizia Macina si lancia in fantasiose, gravissime accuse a mio carico. Mossa dalla cultura del sospetto (verso i nemici) che caratterizza il Movimento 5 Stelle, il sottosegretario Macina - continua Bongiorno - lede gravemente la mia immagine di essere umano, prima ancora che di avvocato, nel provare a insinuare che io abbia reso noti a chicchessia atti del processo. Mi occupo di violenza sulle donne da decenni come a tutti è noto. Ho assunto questo incarico un anno dopo la denunzia che ha dato vita alle indagini e non ho mai parlato con nessuno di questo procedimento nonostante le numerose e pressanti richieste dei giornalisti. Il sottosegretario Macina dovrà rispondere di queste affermazioni farneticanti in sede giudiziaria", sottolinea quindi l'avvocato.

E fonti della Lega fanno sapere come "le insinuazioni della sottosegretaria alla Giustizia Anna Macina sono gravissime, insultanti e indegne di un membro del governo. La Lega chiede dimissioni immediate". E ancora: "Ipotizzare che il senatore Salvini abbia visto il video di Ciro Grillo attraverso l’avvocato Giulia Bongiorno è inaccettabile: l’imbarazzo del Movimento 5 Stelle per una vicenda così grave e che coinvolge la famiglia del loro fondatore non è un buon motivo per infangare il senatore Salvini e l’avvocato Bongiorno", sottolineano le fonti. "Il leader della Lega agirà contro il sottosegretario in tutte le sedi civili e penali".

Salvini: "Macina come Grillo, si dimetta"

"La Macina come Grillo: si vergognino per gli attacchi alle donne e si dimettano dai loro incarichi", ha poi detto il leader della Lega Matteo Salvini, a proposito della parole del sottosegretario alla Giustizia Anna Macina.

Ceccanti-Rampelli, botta e risposta alla Camera sul caso Macina

Botta e risposta alla Camera tra il deputato del Pd Stefano Ceccanti, capogruppo in commissione Affari costituzionali, e il presidente di turno dell'Assemblea, Fabio Rampelli, a proposito dei richiami sull'ordine dei lavori in riferimento all'intervista della sottosegretaria alla Giustizia Macina. "Siamo convocati qui su un altro tema all'ordine del giorno -ha affermato l'esponente Dem- se uno o più Gruppi vogliono dire qualcosa per segnalare i problemi è un conto, se si vuole fare un dibattito si calendarizza un dibattito con un tema, si dà a tutti il tempo di prepararsi, intervenire e di esporre posizioni, altrimenti siamo all'assemblearismo".

"Lei è sempre molto attento, mi corre l'obbligo di ricordarle -ha replicato Rampelli- che nel primo intervento è stata chiesta un'informativa da parte del Governo, in particolare è stata chiamata la presenza parlamentare della ministra Cartabia".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza