cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 08:46
Temi caldi

Vietnam: fra risaie, pagode e spiagge è meta turistica sempre più ambita

28 aprile 2015 | 18.00
LETTURA: 4 minuti

Giovannoni (Fiavet): "E' un paese accogliente, dove ci sono buoni operatori turistici e il flusso di visitatori è in costante aumento". A confermare il buon andamento del turismo è un tour operator locale, specializzato nel mercato italiano come Terra Indocina Travel: "Ogni anno vengono sei milioni di turisti di cui 1,4 sono europei. E sta crescendo il mercato italiano, che conta 40mila turisti all'anno"

alternate text
Nguyen Manh Hoa, fondatore di Terra Indocina Travel

Lontani gli echi dei bombardamenti, di cui si trova traccia solo visitando il Museo della guerra di Saigon, l'attuale Ho Chi Minh City, ultimo baluardo di una guerra terminata 40 anni fa e oggi cuore economico pulsante di un paese che cresce alla velocità del 5% annuo di Pil. Il Vietnam 40 anni dopo, economia emergente scelta dalle multinazionali per delocalizzare, è ormai anche una meta turistica, e sempre più ambìta. Dove a parlare sono le pagode millenarie, le risaie terrazzate, i volti delle minoranze etniche del Nord, le botteghe e i clacson dei motorini della capitale Hanoi, i mercati galleggianti sul delta del Mekong, le spiagge che nulla hanno da invidiare alle destinazioni tropicali.

Se l'immagine della guerra non può cancellarsi fra i siti archeologici andati distrutti e ancora non completamente restaurati, così come nei ricordi degli anziani che ancora parlano qualche parola di francese, idioma dei vecchi colonizzatori, oggi i giovani imparano l'inglese e verso gli americani, che hanno occupato la loro terra per decenni, non nutrono risentimento.

"Il Vietnam, così come tutta l'area dell'Indocina, è una meta sempre più ambita. E' lontana ormai l'immagine della guerra. E' un paese accogliente, dove ci sono buoni operatori turistici e il flusso di visitatori è in costante aumento. Un turismo che, in un paese che vanta vere e proprie meraviglie della natura, guarda sempre di più alla sostenibilità", afferma a Labitalia Fortunato Giovannoni, presidente della Fiavet, Federazione italiana associazioni imprese viaggi e turismo.

A confermare il buon andamento del turismo è un tour operator locale, specializzato nel mercato italiano. "Ogni anno in Vietnam - afferma Nguyen Manh Hoa, esperto di turismo con un’esperienza decennale nel settore e fondatore di Terra Indocina Travel - vengono sei milioni di turisti di cui 1,4 sono europei. E sta crescendo il mercato italiano, che conta 40mila turisti all'anno".

"E' un mercato, quindi, dalle enormi potenzialità - sottolinea - e per questo abbiamo deciso di specializzarci in questo segmento, con uno staff che parla perfettamente l'italiano. In un paese come il nostro è importante differenziarsi, sia come target di riferimento sia per il tipo di offerta. Lavoriamo molto con il web, che aumenta la visibilità e la facilità di comunicazione".

"Abbiamo partecipato anche - aggiunge - alla Bit a Milano, la fiera internazionale del turismo, che ci ha permesso di aumentare il numero di clienti. Le relazioni bilaterali, infatti, a tutti i livelli, da quello istituzionale al business, sono fondamentali anche per lo sviluppo del turismo; per questo guardiamo con attenzione alle missioni che portano i nostri paesi a incontrarsi".

E si punta sempre di più sulla sostenibilità. "Offriamo nel nostro paese - prosegue Nguyen Manh Hoa - destinazioni particolari, come la visita alle risaie, alle zone di montagna, dove vivono le minoranze etniche".

"Certo, non possiamo escludere i luoghi più famosi e richiesti, le zone monumentali, ma crediamo molto - ribadisce - nel turismo responsabile e sostenibile. Per esempio, proponiamo come sistemazione anche l'home stay, che permette di vivere un'esperienza diretta di vita con gli abitanti".

"In termini di sostenibilità, questo aiuta a mantenere l'autencitità e l'identità locali. E la gente è sempre più interessata a questo tipo di viaggio. Penso, dunque, che questa sia la vera sfida del turismo del futuro in Vietnam: puntare su un mercato di nicchia, su programmi specializzati e sul turista responsabile", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza