cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 22:51
Temi caldi

Vino: il mercato mondiale e' sempre piu' esterofilo

02 marzo 2014 | 18.37
LETTURA: 2 minuti

Il mercato del vino mondiale è sempre più esterofilo. Una tendenza, riferisce il sito Winenews.it, che si registra da anni e che è sempre più consolidata, visto che non solo i Paesi più importanti per storia e volume di produzione vedono crescere costantemente, nel medio periodo, l'export dei propri vini (dall'Italia, che, nel 2013, ha registrato il proprio record assoluto in valore, con oltre 5 miliardi di euro esportati, alla Spagna e alla Francia).

Ora che Paesi più piccoli per volumi di produzione (è il caso del Sudafrica, di cui WineNews ha scritto qualche giorno fa), o quelli considerati soprattutto come meta top per le importazioni, sono sempre più export orientend. Come gli Stati Uniti, le cui esportazioni enoiche, nel 2013, hanno segnato il record consecutivo n. 4, con una crescita del 16,4% in valore, sul 2012, per 1,55 miliardi di dollari, e del 7,5% in volume, per 48,4 milioni di casse da 9 litri, grazie ad una domanda crescente dai mercati dell'Unione Europea, del Canada, del Messico e, ovviamente, della Cina. A dilro i dati del ''Wine Institute'' (www.wineinstitute.org), di stanza in California, Stato top per la produzione enologica a stelle e strisce i cui vini, non a caso, rappresentano il 90% delle esportazioni totali.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza