cerca CERCA
Lunedì 21 Giugno 2021
Aggiornato: 14:34
Temi caldi

Virus, Azzolina: "Non c'è emergenza per le scuole"

04 febbraio 2020 | 10.54
LETTURA: 2 minuti

La ministra dell'Istruzione: "C'è una circolare del ministero della Salute che ha spiegato tutti i casi punto per punto, io mi sento di tranquillizzare studenti e famiglie"

alternate text
(FOTOGRAMMA)

"Non abbiamo un'emergenza per le scuole. C'è una circolare del ministero della Salute che ha spiegato tutti i casi punto per punto, io mi sento di tranquillizzare gli studenti e le famiglie: la scuola resta un luogo di inclusione per cui, se non ci sono situazioni come quelle che qualcuno ha descritto, a scuola si va". A ribadirlo la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, al Sermig di Torino, a margine delle celebrazioni per la terza giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo, a proposito della richiesta di alcuni presidenti di Regione di applicare il periodo di isolamento per chi rientra dalla Cina anche ai bambini che frequentano le scuole.

ALTO ADIGE - "Senza alcuna presa di posizione politica o speculazione, non credo sia necessario aggiungere qualcosa a quello che il ministero, il commissario Borrelli, l'Organizzazione mondiale della sanità e tutti i responsabili hanno disposto per adesso. Noi ci atteniamo alle indicazioni". Arno Kompatscher, presidente della provincia autonoma di Bolzano, spiega così all'Adnkronos le ragioni per cui l'Alto Adige non ha firmato la lettera indirizzata dai governatori di Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e dal presidente del Trentino al ministro della Salute Roberto Speranza. Nessuna integrazione alle norme già previste è stata dunque chiesta per le scuole altoatesine: "Sarà una valutazione dei medici se integrarle, non dei governatori, non è un tema che si presta ad alcuna speculazione - ribadisce Kompatscher - né da un lato né dall'altro".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza