cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 10:31
Temi caldi

Virus Cina, ecco come si cura

24 gennaio 2020 | 19.22
LETTURA: 2 minuti

Gianni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità (Iss), fa il punto sulla terapia

alternate text
(Fotogramma/Ipa) - FOTOGRAMMA

I sintomi del nuovo coronavirus emerso in Cina "sono tipicamente respiratori: febbre, tosse, raffreddore, mal di gola, affaticamento polmonare. Non ci sono terapie specifiche, quindi la malattia attualmente si cura come i casi di influenza grave, con terapie di supporto, farmaci antipiretici e antinfiammatori, e idratazione. Quando c'è una forma più grave, il paziente viene seguito in rianimazione con il supporto meccanico alla respirazione". A spiegarlo all'Adnkronos Salute è Gianni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità (Iss), che fa il punto sulla terapia delle infezioni da nuovo coronavirus cinese.

Non sono disponibili antivirali specifici. "E in teoria non occorre una terapia antibiotica, a meno che non ci siano complicanze batteriche. In pratica, se c'è una diagnosi di polmonite si tratta come una polmonite virale".

Non esiste ancora un vaccino contro questo virus, ma nei giorni scorsi al World Economic Forum di Davos in Svizzera, è stato annunciato che il National Institute of Health americano ha avviato una collaborazione per la messa a punto di un vaccino con l’Università australiana del Queensland e due società farmaceutiche. Anche la Russia nei giorni scorsi ha annunciato che un team di ricercatori è al lavoro sul vaccino.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza