cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 22:52
Temi caldi

Virus Cina, "possibile contagio anche da pazienti senza febbre"

25 gennaio 2020 | 15.42
LETTURA: 2 minuti

L'ipotesi da un articolo pubblicato su 'The Lancet'. Il virologo Roberto Burioni: "Brutta notizia, controlli in aeroporto forse non bastano"

alternate text

"Una brutta notizia" giunge da un articolo pubblicato su 'The Lancet'. Lo spiega il virologo Roberto Burioni su 'MedicalFacts': "Sembra possibile l'esistenza di pazienti asintomatici, che stanno bene, non hanno febbre, ma possono diffondere il coronavirus. Il che significa che la misurazione della temperatura agli aeroporti potrebbe non essere sufficiente per bloccare la diffusione della malattia. La lotta contro quest’infezione sarà più difficile del previsto", evidenzia l'esperto.

Pare dunque che l'infezione da coronavirus possa essere diffusa da persone senza alcun sintomo e senza febbre. Una "pessima notizia", ribadisce Burioni, evidenziata su Lancet in uno studio preliminare che ha preso in studiato una famiglia di sei persone cinesi della provincia di Guangdong, che avevano visitato Wuhan a fine dicembre e inizio gennaio: cinque membri sono stati infettati e il sesto, un bambino di 10 anni, è stato contagiato ma non ha mostrato alcun sintomo.

Un elemento "che potrebbe rendere molto più problematico il controllo di questo virus", ribadisce Burioni. In ogni caso, "capisco la paura, ma in Italia questo coronavirus grazie al cielo, non è ancora arrivato. Quindi, non c'è motivo di evitare ristoranti cinesi, quartieri cinesi e i cinesi stessi. L'unica cosa che devono fare i cittadini italiani è semplice: non andare in Cina. Punto e basta. Dovrebbero anche cessare gli allarmi e la stampa dovrebbe smetterla di generare il panico ogni volta che un cittadino di origine asiatica ha la febbre. È il periodo dell'influenza ed è normale che accada".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza