cerca CERCA
Sabato 24 Luglio 2021
Aggiornato: 10:13
Temi caldi

Visco: "Con ritorno contagi Pil a -13%"

10 giugno 2020 | 15.57
LETTURA: 1 minuti

Il governatore della Banca d'Italia: "Primi segni di miglioramento dell'occupazione ma sempre sotto i livelli del 2019"

alternate text
(Fotogramma)

Quello aperto dal coronavirus è uno scenario di "grande incertezza e la cosa migliore che possiamo fare è delineare alcuni possibili scenari: in quello di base, con la prosecuzione e il mantenimento del percorso attuale di miglioramento del contagio, nel 2020 la nostra stima è di un Pil a -9% e inflazione a zero. In quello più severo, di ritorno dei contagi, la stima è di -13% e inflazione negativa". Lo sottolinea, in un'intervista a Bloomberg Tv, il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco.

"All'Italia - dice Visco - servono le riforme ma non credo davvero che gli acquisti della Bce fermino" questo processo necessario. Riforme che "dovevano essere varate da tempo perché servono per aumentare la crescita mentre la politica monetaria non può sostituire innovazione e produttività".

Negli ultimi mesi, anche per lo scoppio della pandemia, sottolinea ancora il governatore della Banca d'Italia, "è calato il livello di partecipazione al mercato del lavoro, quindi il tasso di disoccupazione non dice molto: ci sono comunque segni di miglioramento, soprattutto in arrivo da alcune regioni. Il dato resta comunque ancora molto al di sotto dei dati del 2019". Visco ricorda che "alcuni lavori sono stati toccati più di altri, come nel turismo, nella ristorazione". "C'è una asimmetria", conclude, nell'impatto occupazione del Covid fra i diversi tipi di occupazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza