cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 16:42
Temi caldi

'#vitainaustralia' prima di partire alla ricerca di un posto di lavoro

03 giugno 2014 | 09.40
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Sidney, 3 giu. (Labitalia) - Cosa c'è dietro una cartolina dell'Australia? Per rispondere a questa domanda, intesa anche come opportunità di lavoro, Alessia Clusini ha dato vita a '#vitainaustralia', un social blog tour ideato appunto come un documentario a puntate. "Prodotto da Australianboard, la più grande community e agenzia di servizi di italiani verso l'Australia, #vitainaustralia -spiega a Labitalia Alessia- è un progetto di storytelling esperienziale e user generated: sulla base dei feedback degli utenti della comunità web è stato pianificato un blog tour, un viaggio in cui si racconta l'esperienza di un'italiana in Australia, in cui tutti si possono identificare".

"La mia professione di social media strategist -continua- mi ha fatto specializzare nel mettere in connessione comunità nel web, e in questo progetto ho voluto mettere gli utenti in Italia in diretta comunicazione con l'Australia, intervistando i team dei principali eventi, e dei maggiori providers in immigrazione, lavoro e studio in Australia".

"Stiamo parlando -fa notare- del primo progetto video graficamente ispirato a Windows 8 e alle piattaforme social, che comunica storie e concetti in tre-quattro minuti, in un'ottica di visione da mobile. Anche concettualmente ha una forte connotazione social: è il primo documentario basato sull'interazione con il proprio pubblico".

Per un italiano che decide di trasferirsi in Australia per trovare un lavoro, Alessia Clusini suggerisce di "credere a fonti ufficiali e non a leggende metropolitane". "L'immigrazione è una cosa seria e necessita -avverte- di punti di riferimento altrettanto seri e competenti, onesti come chi è pronto anche a dirvi: 'No, non hai i requisisti giusti per rischiare tutto e andare a vivere in Australia' come fa in modo trasparente Australianboard".

"Occorre cambiare punto di vista -continua- e pensare a tutte le possibilità, uscire dalle proprie abitudini mentali e culturali misurandosi con il nuovo, imparare bene la lingua e sviluppare una rete di contatti fin da subito. Sicuramente l'Australia è il Paese delle seconde possibilità: conviene a chi è pronto a reinventarsi da zero, e a investire nel proprio futuro".

Australianboard cerca sempre di aiutare il più possibile tutti coloro che cercano un lavoro in Australia. Non viene data alcuna garanzia, però, grazie alla grande rete di conoscenze e a un esteso numero di partner e collaborazioni, sono in molti ad avar trovato un posto. Australianboard aiuta anche a creare il curriculum, insegna a cercare il lavoro nei siti più famosi, affidabili e frequentati in Australia, spiega come funziona il sistema di lavoro e come scrivere una lettera di presentazione per candidarsi a una posizione. Inoltre, in collaborazione con le migliori scuole, insegna anche ad affrontare un colloquio di lavoro e come presentarsi agli appuntamenti secondo i canoni australiani.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza