cerca CERCA
Domenica 01 Agosto 2021
Aggiornato: 09:00
Temi caldi

Vitalizi, il M5S annuncia ricorso contro il ripristino

26 giugno 2020 | 13.12
LETTURA: 2 minuti

Taverna e Crimi assicurano: la decisione può essere rivista dal Consiglio di Garanzia

alternate text
Fotogramma

"A breve proporremo al Consiglio di Presidenza del Senato di fare ricorso contro il ripristino dei vitalizi. La decisione presa ieri dalla Commissione Contenziosa può essere rivista dal secondo e ultimo grado di giudizio interno di Palazzo Madama, il Consiglio di Garanzia. Questa è l'unica cosa da fare se veramente vogliamo spazzare via per sempre quel privilegio insopportabile, le raccolte firme e altri annunci di Salvini sono le solite parole vuote, servono i fatti. Quelli che ad esempio sono mancati ieri sera da parte della Lega: si sono detti contrari alla decisione presa dalla Commissione ma hanno fatto ben poco per fermarla e per convincere gli alleati di Forza Italia". Così la vicepresidente del Senato Paola Taverna, dopo l'annullamento, nella serata di ieri, della delibera del Consiglio di presidenza sul taglio dei vitalizi da parte della Commissione contenziosa del Senato.

"Se veramente le altre forze politiche vogliono fare giustizia sociale e stabilire definitivamente che i vitalizi devono diventare un trattamento contributivo, così come aveva previsto la delibera voluta dal MoVimento 5 Stelle, in secondo grado sarà possibile farlo. La decisione di tagliare i vitalizi è fondata nel merito oltre che giusta da un punto di vista etico", conclude.

"Faremo ricorso assolutamente - conferma quindi il capo politico M5S Vito Crimi, ai microfoni di 'In viva voce' su Rai Radio Uno -, c'è un Consiglio di Garanzia. L'Ufficio di Presidenza è composto per grandissima maggioranza da forze politiche che hanno manifestato sdegno per questa decisione, quindi penso che in pochi minuti delibereranno di procedere con questo ricorso". Una nuova manifestazione M5S anti-vitalizi? "Ci sono purtroppo delle manifestazioni che vengono fatte in barba a tutte le regole ed è una cosa che ci fa molto arrabbiare. Ricordo però che noi stiamo facendo una manifestazione diffusa in tutta Italia in modo virtuale. Quello è il nostro luogo, il nostro modo di manifestare, e non mancheremo di manifestare con queste modalità tutto il nostro sdegno", replica Crimi.

"Nel momento in cui" alla Presidente del Senato Casellati "dispiace per la scelta, sta di fatto dicendo che sarà disponibile ad accettare in Ufficio di Presidenza che si possa procedere con il ricorso e con l'appello al Consiglio di Garanzia", ha poi continuato. Casellati, ha proseguito il viceministro dell'Interno, "non è in quella Commissione e non decide direttamente, anche se dobbiamo dire che" per quanto riguarda "la nomina dei giudici o il totale azzeramento della Commissione, che noi chiediamo da tempo vista la presenza all'interno di ex parlamentari che potrebbero avere un conflitto di interessi, forse era opportuno azzerarla già da tempo".

"La decisione porcata di ripristinare i vitalizi può essere impugnata al Consiglio di garanzia di Palazzo Madama, composto da 5 senatori: 2 Lega, 1 Pd, 1 Fi e 1 Fdi. Questa è la prova del nove. I partiti possono togliere per sempre questo ingiusto privilegio. Ora vediamo da che parte stanno!", commenta anche il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza