cerca CERCA
Giovedì 02 Dicembre 2021
Aggiornato: 02:16
Temi caldi

Ricerca

Vivere 120 anni con farmaco anti-diabete, al via test

30 novembre 2015 | 13.24
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Un farmaco anti-diabete potrebbe essere un'arma efficace anche per combattere l'invecchiamento. La metformina, questo il nome della molecola, è già stata testata a questo proposito sugli animali, allungandone la vita media. La Food and Drug Administration ha ora dato il via libera alla sperimentazione sull'uomo, per capire se gli effetti siano analoghi. Gli scienziati sono ottimisti e il farmaco potrebbe riuscire a rallentare il tempo che passa migliorando la qualità della vita e facendoci raggiungere i 120 anni.

"Ritardare l'invecchiamento significa anche rallentare tutte le patologie correlate - spiega Gordon Lithgow, esperto scozzese del Buck Institute for Research on Ageing in California e tra i consulenti dello studio - Questo è rivoluzionario. Non è mai accaduto prima. Vent'anni fa l'invecchiamento era un mistero biologico. Oggi stiamo iniziando a capire come funziona". Se il lavoro dovesse fornire i risultati sperati, significherebbe che una persona a 70 anni avrebbe l'età biologica di un 50enne, ricorda il 'Telegraph', che riporta la notizia. Significherebbe anche entrare in una nuova era, quella della 'geroscienza', in cui i medici, invece di combattere singole malattie come cancro, diabete e demenza, tratterebbero l'intero meccanismo dell'invecchiamento.

I ricercatori pensano che tutto questo potrebbe essere possibile con la metformina, il farmaco anti-diabete più diffuso al mondo e con un costo contenuto. In ambito anti-età ha già dato buoni risultati sugli animali. Un gruppo belga l'ha testato sui vermi C. elegans, dimostrando che non solo gli organismi invecchiavano più lentamente, ma si mantenevano in buona salute più a lungo. Vita prolungata del 40% e ossa più forti anche per i topi trattati con il farmaco. L'anno scorso l'Università di Cardiff ha inoltre dimostrato che i diabetici trattati con metformina vivevano più a lungo di chi non aveva la malattia, anche se i primi avrebbero dovuto morire in media 8 anni prima dei secondi.

Il nuovo trial clinico in partenza il prossimo inverno negli Stati Uniti si chiama Tame, Targeting Aging with Metformin, e scienziati di diversi istituti stanno raccogliendo fondi e reclutando 3 mila persone tra i 70 e gli 80 anni che hanno o rischiano di avere malattie come cancro, problemi cardiaci e demenze. I ricercatori sperano di rallentare il processo d'invecchiamento, fermando le malattie. "La percezione è che stiamo cercando la fonte dell'eterna giovinezza - commenta Stephanie Lederman, executive director dell'American Federation for Aging Research di New York, che è anche coinvolta nel trial - Non è così: quello che stiamo cercando di fare è aumentare la salute", conclude l'esperta.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza