cerca CERCA
Martedì 21 Settembre 2021
Aggiornato: 08:11
Temi caldi

Viviana Parisi, nuovo sopralluogo con task force di esperti

25 agosto 2020 | 07.15
LETTURA: 6 minuti

Slitta a mercoledì l'esame autoptico sul corpicino di Gioele. La procura ingaggia anche il professor Massimo Picozzi per "acquisire informazioni precise sullo stato di salute mentale della donna". Il padre della deejay morta: "Ricerche superficiali, mi sono girate le..." (Video). Il medico legale: "Quello che va fatto lo faremo nel miglior modo possibile" (Video). L'entomologo: "E' un caso difficile"

alternate text
Foto da Facebook

dall'inviata Elvira Terranova

La task force di esperti da oggi al lavoro per tentare di trovare una soluzione al giallo dell'estate. Come sono morti Viviana Parisi e il figlio Gioele di quattro anni? Per tutto il pomeriggio di oggi il Procuratore capo di Patti ha riunito nella sua stanza il pool di periti a cui ha conferito l'incarico per l'esame autoptico, ma anche per gli "accertamenti genetici e morfologici di vario tipo" che sono stati affidati a un pool di esperti, "ciascuno dotato di specifica professionalità", come spiega lo stesso magistrato. Sono stati nominati, in particolare, Daniela Sapienza, professore associato di Medicina Legale presso l'università di Messina e medico legale, Elvira Ventura Spagnolo il medico legale, che ha già eseguito l'autopsia sul cadavere di Viviana Parisi, Stefano Vanin, professore associato di zoologia presso l'università di Genova, entomologo. E ancora, Rosario Fico, responsabile del Centro di Referenza Nazionale per la Medicina Forense Veterinaria, in servizio presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana 'Aleandri', zoologo, esperto in materia di segni e tracce animali impresse sui corpi, Rita Lorenzini, in servizio presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana 'Aleandri' - Laboratorio di Diagnostica Molecolare Forense, zoologa e genetista esperta in materia di fauna selvatica e non ma anche Roberta Somma, presso l'università di Messina, geologa forense, esperta nell'analisi di terreni e resti umani in essi conservati. Il pm ha anche nominato il professor Massimo Picozzi, docente di psichiatria presso le Università di Parma e Bocconi di Milano, che si è occupato dei casi giudiziari più famosi degli ultimi anni, dall'omicidio di Suor Laura Mainetti a Chiavenna, il delitto di Cogne, il delitto di Novi Ligure, la strage di Erba, il serial killer Michele Profeta, gli omicidi delle Bestie di Satana, il delitto di Avetrana.

Una scelta che ha l'obiettivo di "acquisire informazioni precise sullo stato di salute mentale e psicologico della signora Parisi, alla luce della documentazione medica acquisita e di ogni altro elemento di eventuale interesse", come sottolinea il Procuratore Cavallo che coordina l'inchiesta per omicidio e sequestro di persona. Alle 13 si sono presentati in Procura anche il marito di Viviana Parisi, Daniele Mondello, e il padre della deejay, Luigino Parisi. Quest'ultimo accompagnato dai suoi legali Nicodemo Gentile e Antonio Cozza. E proprio Cozza che uscendo dalla Procura annuncia: "Da oggi si scrive la storia di quello che è successo a Gioele e a Viviana". "E' da oggi che la macchina della scienza inizia a lavorare - dice - ci vorrà del tempo. Ma la volontà dei familiari e di sapere cosa è successo. Finora le ipotesi sono state tutte senza riscontro". Mentre il suo collega Gentile dice: "Sono tanti gli elementi che vanno ancora chiariti, non ci sono punti fermi" su questa vicenda. "Per fortuna, il procuratore, che ha la stima della famiglia, ha confermato che non ci sono ipotesi privilegiate - dice -. Si sta cercando di capire e di ricostruire, c'è bisogno di risposte certe da parte degli specialisti". "Hanno nominato tutta una serie di consulenti e ora parte la macchina". Ma Viviana ha ucciso il figlio e poi si è suicidata? "Ancora è aperta qualsiasi tipo di pista", dice l'avvocato Antonio Cozza.

Il padre di Viviana: "Ricerche superficiali, mi sono girate..."(Video)

Il legale dice, poi, che le risposte su quanto accaduto "dovranno arrivare dalla scienza, dai medici legali, dai geologi". "La volontà di tutti è sapere cosa è successo- dice -Tutte le ipotesi fatte oggi non hanno avuto dei riscontri. Che ci darà la scienza". La Procura di Patti vuole sapere dei periti di parte "se sugli indumenti del piccolo Gioele sono presenti segni all'azione violenta di altre persone, se sia ravvisabile la presenza di sostanza stupefacente, anche se questa è una domanda standard", come spiega l'avvocato Pietro Venuti legale della famiglia di Daniele Mondello. La Procura vuole anche sapere "se sul corpo e sugli indumenti del bambino sia rilevabile la presenza di segni di animali, se siano rilevabili la presenza di sostanze organiche e in caso positivo procedendo all'estrazione del profilo genetico". "Abbiamo chiesto se il luogo del ritrovamento del bambino coincide con il luogo del decesso. Questi sono in sintesi i questi più importanti che sono stati rivolti dal procuratore e dagli avvocati ai vari consulenti. Ci siamo riservati di nominare un nostro consulente, c'è già la dottoressa. Certo". "E' stato dato l'incarico a periti e stiamo andando sui luoghi a Caronia perché prima di analizzare i resti del piccolo Giole vogliamo fare analisi e controllo territorio. Su posto ci accompagnerà il padre di Gioele Daniele Mondello", dice.

I legali del padre di Viviana: "Da oggi si scrive questa storia" (Video)

Sull'esposto, presentato ieri in procura, in cui denuncia il modo in cui sono state fatte le ricerche Venuti dice: "Il nostro è un esposto che fornisce una serie di domande sulla base di quella che è la ricostruzione dei fatti di nostra conoscenza. Poniamo delle domande dall'incidente in poi rispetto a tutti i soggetti che sono venuti in contatto con Gioele e con la mamma". "Anche sui tempi di ritrovamento del bimbo e di Viviana -aggiunge- Le domande sono chiare vogliamo capire che tipo di azione è stata portata a termine da parte di soggetti terzi e con che modalità. Vogliamo capire anche sugli aiuti, c'è stato questo approccio sia nei confronti della donna e dl bambino subito dopo l'incidente". E "vorremmo chiarita la ricostruzione della dinamica del ritrovamento del corpo di Viviana e del bambino dopo, in un lasso temporale che riteniamo comunque notevole. Non so se il bambino poteva trovarsi vivo sappiamo che il 4 agosto il corpo d Viviana era lì sotto il traliccio". Mentre il medico legale che domani eseguirà l'autopsia sul corpicino del piccolo Gioele, Elvira Ventura Spagnolo, annuncia: "Da oggi c'è un nuovo pool di specialisti. Approfondiremo altri aspetti anche sul luogo" del ritrovamento dei resti di Viviana Parisi e Gioele (Video). "Non cerchiamo nulla in particolare - dice - integrando il collegio bisogna avere visone del posto da parte di tutti gli specialisti". Alla domanda se anche lo studio dei comportamenti degli animali sarà oggetto delle analisi, il medico legale ha detto: "Probabile". "Il Procuratore si aspetta che lavoriamo nel miglior modo possibile - dice - in relazione alle attività da compiere". "Tutto quello che va fatto lo faremo nel miglior modo possibile ", ha aggiunto.

Mentre l’entomologo Stefano Vanin che partecipa al sopralluogo spiega: "Le domande sono tante e noi faremo del nostro meglio per rispondere a tutte". "Il Pool di specialisti che sta lavorando è molto qualificato e sono tutte persone molto brave ma - ha aggiunto Stefano Vanin - è un caso difficile". "Dobbiamo vedere, dipende tutto dai risultati delle analisi. A priori non si dice assolutamente niente. Con i dati alla mano poi arriveremo ad avere delle risposte". Intanto cala il sole sui boschi di Caronia, e il pool di esperti è ancora qui a cercare tracce per dare una risposta ai mille perché di due vite umane spezzate.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza