cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 23:27
Temi caldi

Vivo il reporter russo Babchenko

30 maggio 2018 | 17.21
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Foto Afp) - AFP

Il giornalista russo in esilio in Ucraina Arkady Babchenko è ancora vivo. Babchenko è apparso in una conferenza stampa trasmessa dalla televisione ucraina insieme al direttore dei servizi di sicurezza dell'Sbu che ha spiegato che la messa in scena dell'assassinio era stata organizzata per smascherare agenti russi. La moglie aveva denunciato l'uccisione del marito, colpito da proiettili d'arma da fuoco alla schiena nella loro casa di Kiev.

"Siamo riusciti a evitare il tentato omicidio di Babchenko grazie a questa operazione speciale", ha rivendicato il direttore dell'Sbu Vasily Gritsak, secondo cui l'ordine per l'uccisione del giornalista russo dissidente sarebbe arrivato dai servizi di sicurezza russi.

Un sospetto è stato fermato in relazione al piano per uccidere Babchenko, ha aggiunto l'Sbu ucraina. L'uomo arrestato nell'operazione speciale organizzata dall'Sbu dopo una soffiata di mesi fa è di nazionalità ucraina. Nella conferenza stampa convocata nella sede dell'Sbu, il direttore dei servizi ucraini ha denunciato l'ordine dell'uccisione di Babchenko da parte dei servizi russi. "Per quello che so io, l'operazione è stata preparata per mesi. Mi hanno salvato la vita. Voglio dire grazie", ha affermato Babchenko.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza