cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Voto in Turchia, il partito di Erdogan verso la vittoria

01 novembre 2015 | 09.46
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Foto Xinhua)

Con oltre l'85% dei voti scrutinati, il partito Giustizia e Sviluppo (Akp) del presidente turco Recep Tayyp Erdogan è al 50,66%. Lo riferisce il sito del quotidiano Hurriyet.

La principale forza di opposizione, il Partito Repubblicano del popolo (Chp) è al 24,7%, il Partito del Movimento Nazionalista (Mhp) è all'11,98 e la formazione filo curda Partito Democratico del Popolo (Hdp) e sul filo della soglia di sbarramento del 10%. L'affluenza alle urne è stata molto alta, raggiungendo l'87,2%.

Le urne si sono aperte alle 7 (ora locale) di domenica mattina. Circa 53 milioni di turchi sono stati chiamati alle urne per eleggere il nuovo parlamento, per la seconda volta in cinque mesi.

Le elezioni del 7 giugno scorso, infatti, non hanno consegnato ad alcun partito la maggioranza assoluta dei seggi e le consultazioni per formare un governo di coalizione non hanno prodotto esito. Ancora più che a giugno, l'atmosfera è tesa, con il governo accusato di aver imbavagliato i media di opposizione e di aver inasprito la lotta ai curdi del Pkk solo per motivi elettorali.

L'obiettivo, per Erdogan e per i suoi è lo stesso del 7 giugno: stravincere. Dopo non essere riuscito a formare una coalizione, ha convocato nuove elezioni. Il voto si svolge in un'atmosfera di forte tensione dopo il duplice attentato ad una manifestazione pacifista ad Ankara che ha causato 120 morti, la ripresa del conflitto fra il governo turco e il partito curdo Pkk e la repressione contro i media vicini all'opposizione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza