cerca CERCA
Domenica 25 Luglio 2021
Aggiornato: 12:06
Temi caldi

Infrastrutture: Zambrano (Ingegneri), 'per manutenzione assumere 85mila tecnici'

13 agosto 2020 | 16.01
LETTURA: 2 minuti

Il presidente Cni: "La scuola ha assunto 85.000 precari, nelle Pa c'è urgente bisogno di giovani"

alternate text
Armando Zambrano, presidente Cni

"Sicuramente dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi c'è più attenzione in generale verso la condizione delle nostre infrastrutture stradali: abbiamo visto l'avvio di interventi normativi e di organismi che dovrebbero curare la manutenzione. Ma, al di là delle carte, non si è visto granché". Lo dice ad Adnkronos/Labitalia Armando Zambrano, presidente del Consiglio nazionale ingegneri e coordinatore della Rete professioni tecniche.

"Le norme ci sono, le possibilità di fare gli interventi ci sono, ma manca -spiega Zambrano- l'organizzazione nelle pubbliche amministrazioni. Assumere tecnici qualificati è difficilissimo: eppure, nella scuola sono stati assunti 85.000 precari. Bene, assumiamo 85.000 nuovi tecnici per i servizi di ingegneria che non solo conoscano le norme, ma che anche e soprattutto, conoscano le nuove modalità di progettazione, compreso il Bim e le novità del digitale".

"Come ingegneri conosciamo bene l'importanza della manutenzione e della conservazione delle opere. Lo andiamo predicando dappertutto e 9 anni fa abbiamo presentato un Piano per la prevenzione dei danni da sisma, che solo oggi si è cominciato a prendere un pochino in considerazione con il sismabonus. E abbiamo fatto migliaia di corsi di formazione. Quello che possiamo dire è che sicuramente, con la tragedia del crollo del ponte Morandi, è cambiata l'attenzione verso la manutenzione", aggiunge Zambrano.

Una sensibilità diffusa, spiega Zambrano: "L'anno scorso siamo andati nelle piazze italiane con 500 gazebo proprio per parlare di prevenzione e sisma e abbiamo visto una risposta altissima da parte dei cittadini".

L'altra lezione da trarre dalla tragedia di Genova e da tenere a mente per il futuro è stata quella, sottolinea, "che accorciare i tempi per la ricostruzione si può": "Se tutte le amministrazioni pubbliche viaggiano insieme, alla stessa velocità, le cose si fanno e bene". Un aspetto questo, dice Zambrano, "molto più importante delle norme speciali e dei commissariamenti: viaggiare insieme nella stessa direzione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza