cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 17:41
Temi caldi

Calcio

Zamparini punge i bianconeri: "Contro di noi non ho visto una grande Juve"

30 novembre 2015 | 11.46
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Maurizio Zamparini (Infophoto) - INFOPHOTO

"Nel primo tempo non ho visto una grande Juve ma una partita equilibrata, è chiaro che davanti non abbiamo attaccanti così forti. I giornali scrivono che ci hanno stracciato, lo hanno fatto solo negli ultimi 3 minuti, sulle ripartenze una squadra come la Juve non ti perdona". Il presidente del Palermo Maurizio Zamparini torna così sulla sconfitta del Barbera per 3-0 dei rosanero contro i bianconeri.

"Non ho visto una grande Juve a centrocampo, è chiaro che quando prendono palla con quei tre lì davanti: da soli valgono 10 squadre come la nostra. Il Palermo non è però solo una squadra di giovani, abbiamo ragazzi di valore ma anche 'anziani' in panchina come Rigoni e Maresca", prosegue il patron rosanero a 'Radio Anch'io Sport' su RadioUno tornando poi a parlare di Dybala l'argentino passato in estate alla Juve: "Ero sicuro di questo ragazzo. E' arrivato da me a 18 anni e quando ha firmato il contratto mi ha detto: 'Un attimo che lo leggo tutto', questo per far capire il carattere. E' un fuoriclasse e sono contento per lui, è sempre più forte perché ha compagni che parlano la sua stessa lingua mentre al Palermo c'era solo Vazquez".

Zamparini fa poi un passo indietro e torna a parlare dell'esonero di Iachini. "La squadra è con la società, Iachini si è comportato bene da noi ma era un ciclo finito: non era più Iachini di quando è arrivato. Se lo richiamerei in caso di crisi? Spero proprio di no". E sul proseguo del campionato conclude: "Adesso siamo in difficoltà, è un campionato difficile ma ne usciremo fuori, c'è un raggruppamento che con due vittorie sei vicino all'Europa League e con due sconfitte ti trovi in zona retrocessione".

Infine sulle 'disparità' economiche all'interno della Serie A: "Con il suo bilancio la Juventus può prendere grandi campioni, questa differenza si ritrova poi sul campo ma alle volte si è fortunati, ne è un esempio l'Empoli: la coesione di squadra e il tecnico bravo alle volte colmano la differenza. Nel nostro calcio ancora oggi mettiamo in campo un peso massimo contro un peso piuma", conclude Zamparini.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza