cerca CERCA
Giovedì 02 Dicembre 2021
Aggiornato: 02:16
Temi caldi

Ferrovie: Zingaretti a Cassino per nuovo treno Vivalto, operativo da domani

18 giugno 2014 | 15.25
LETTURA: 4 minuti

Migliorerà l'efficienza del servizio per le migliaia di pendolari che quotidianamente raggiungono Roma

alternate text

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato oggi un nuovo treno Vivalto presso la stazione di Cassino insieme all'Amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, all'assessore regionale alle Politiche del Territorio, alla Mobilità e ai Rifiuti, Michele Civita, e al sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone.

Il treno sarà operativo da domani sulla tratta FL6 (Roma Termini - Frosinone - Cassino) e migliorerà l'efficienza del servizio per le migliaia di pendolari che utilizzano la linea che dal comune in provincia di Frosinone e dai comuni limitrofi, arriva nella Capitale passando per il capoluogo di provincia. Si tratta di una linea strategica per la mobilità su ferro del Lazio e per tantissimi viaggiatori che quotidianamente raggiungono Roma.

Inaugurata inoltre una nuovissima Platea di lavaggio, i cui lavori di ammodernamento e di ampliamento sono costati a Trenitalia circa 300.000 euro, all’interno della quale lavoreranno 25 unità di personale dei servizi di pulizia. Si tratta di una struttura che consentirà 25 interventi di pulizia al giorno, compreso il lavaggio esterno di almeno tre treni al giorno e la rimozione dei graffiti (fenomeno molto diffuso malgrado le azioni di prevenzione di Trenitalia), garantendo convogli più puliti per i pendolari della FL6.

Nei mesi scorsi Regione Lazio e Trenitalia avevano siglato un accordo che modificava la convenzione attuativa del Contratto di Servizio certificando lo sblocco e la disponibilità di 35 milioni di euro di fondi regionali che consentiranno di completare l’acquisto dei 26 treni. Dei 26 nuovi treni previsti per i pendolari del Lazio ne sono stati consegnati nove, di cui tre dallo scorso mese di luglio 2013. Il decimo treno è in arrivo tra un mese e via via proseguiranno le consegne dei convogli fino al completamento della nuova flotta, entro i primi mesi del 2015.

Il nuovissimo treno Vivalto, composto da 6 carrozze di cui una semipilota, ha una capacità di trasporto di circa 1.000 passeggeri, di cui 700 seduti, ed è dotato di impianto di climatizzazione, di monitor per la diffusione di video informativi, di videosorveglianza a circuito chiuso, di zona attrezzata per i disabili e di un’area polifunzionale attrezzata anche per il trasporto delle biciclette.

Nei giorni scorsi, inoltre, la Regione Lazio e la Regione Molise hanno avviato una fase di collaborazione per attuare una programmazione congiunta sulla linea FL6 Roma - Cassino. La linea FL6, infatti viene percorsa anche dai treni provenienti dal Molise che costituiscono un’opportunità per fornire una maggiore offerta ferroviaria in favore dei pendolari di Cassino e dei comuni limitrofi, che viaggiano da e verso la Capitale. In particolare il percorso individuato dalle due regioni si compone di una prima fase attuata con il cambio dell’orario di Giugno, e da una seconda fase che potrà essere attuata nel medio periodo.

Dallo scorso 16 Giugno, in occasione del cambio di orario, ai treni interregionali provenienti dal Molise che continuano ad effettuare la fermata a Cassino, scongiurando quindi il taglio previsto nelle scorse settimane, se ne è aggiunto un altro in arrivo nel primo pomeriggio a Roma Tiburtina, ed un secondo con partenza ad ora di pranzo da Roma per Cassino. Inoltre sono state aggiunte due coppie di corse navette effettuate attraverso autobus, pagati dalla Regione Lazio, in coincidenza dei treni FL6 dalla stazione di Cassino per i pendolari e i viaggiatori che devono proseguire per Campobasso. Da Cassino si ha una maggiore offerta, quindi, sia in termini di numero di collegamenti sia in termini di velocità del servizio.

Nella seconda fase del percorso di collaborazione tra le due regioni, che presumibilmente inizierà con il cambio di orario previsto nel mese di dicembre, si è pensato ad una ulteriore integrazione con nuovi collegamenti ferroviari diretti Campobasso - Roma che effettueranno fermata nelle principali stazioni del Lazio. Tale progetto prevede anche l’introduzione di nuovo materiale rotabile che garantirà, quindi, tempi di percorrenza minori e maggiore comfort a bordo. Questi nuovi collegamenti saranno pagati sia dalla Regione Lazio che dalla Regione Molise.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza