cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 11:20
Temi caldi

Zona gialla, regole bar e ristoranti: si può servire al bancone?

24 aprile 2021 | 15.28
LETTURA: 1 minuti

Proteste per le regole in vigore dal 26 aprile, ma la circolare del ministero dell'Interno non è ancora definitiva

alternate text
- (Fotogramma)

Bar e ristoranti in zona gialla da lunedì, con le nuove regole (anche su spostamenti tra regioni e scuola) previste dal decreto riaperture, potranno offrire il servizio al banco? Gli esercenti si lamentano affermando che "il provvedimento, per i bar, si traduce in realtà in un inasprimento delle restrizioni. Di fatto, da lunedì, per le imprese senza posti all’esterno sarà di nuovo zona arancione anche in zona gialla, visto che si impone il divieto di consumo all’interno dei locali, nemmeno in piedi al banco, fino a giugno'', secondo il presidente Fiepet Confesercenti, Giancarlo Banchieri. ''Una norma da rivedere ed incomprensibile, oltretutto specificata con grave ritardo da una circolare del Ministero degli interni resa pubblica ad appena due giorni dalla supposta ripartenza”. Sulla stessa lunghezza d'onda le parole di Claudio Pica, presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio. ''Nei bar della capitale non sarà possibile prendere un caffè né un aperitivo al bancone. Si tratta di un giallo mascherato da arancione. Una norma quindi che penalizza tutti i locali, anche in termini economici con perdite per il mese di maggio pari a 150 milioni di euro'', dice lanciando "una proposta: agli esercenti non venga applicato il pagamento del servizio al tavolo come segno di protesta civile nei confronti di una norma che ci penalizza”.

Leggi anche

Intanto, il ministero dell'Interno però rende noto che "non è stata diramata alcuna circolare in merito all'applicazione delle disposizioni contenute nel decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52. La circolare è in corso di definitiva stesura e verrà adottata quanto prima'".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza