Home . Soldi . Economia . Carrefour apre a Milano il primo supermarket pensato dalle donne

Carrefour apre a Milano il primo supermarket pensato dalle donne

Lo store targato Carrefour si trova in piazza Gramsci e costituisce il primo esempio di un nuovo format di supermercato

ECONOMIA

Apre a Milano il primo supermercato pensato dalle donne. Un luogo dove per la prima volta prodotti di largo consumo convivono accanto a vere e proprie ricercatezze da gourmet e specialità territoriali provenienti direttamente dai luoghi di produzione, con un occhio alla convenienza. Lo store targato Carrefour si trova in piazza Gramsci e costituisce il primo esempio di un nuovo format di supermercato.

''Quando abbiamo cominciato a pensare a questo nuovo progetto, lo scorso mese di maggio - spiega Grégoire Kaufman, direttore commerciale e marketing di Carrefour - invece che condurre i soliti studi di settore abbiamo voluto dar voce alle nostre mogli. Abbiamo quindi lavorato alla 'ricetta', puntando su tre pilastri fondamentali: semplicità, qualità e convenienza. Semplicità, perché quando abbiamo chiesto loro che cosa avrebbero voluto trovare in un supermercato, è stata quella la prima risposta. Qualità, perché anche in tempo di crisi non si rinuncia mai ai cibi di qualità. Infine, cosa molto importante, abbiamo voluto ribaltare l'idea che la bellezza di un punto vendita debba necessariamente corrispondere a prezzi più alti''.

All'interno dello store, sviluppato su una superficie di 1.400 mq allestita come una moderna 'Boqueria', sono ospitati oltre 400 tipi di salumi e formaggi, prodotti a km zero, primizie di stagione, pesce fresco, specialità di carne della tradizione italiana e una cantina ricca di etichette italiane e francesi.

Inoltre una speciale selezione nei reparti dell'alimentare a scaffale con prodotti delle grandi marche e a marchio Carrefour per un totale di 11mila referenze. A disposizione dei clienti anche servizi utili come stampe fotografiche e lavanderia. Wi-fi libera, utilizzabile anche per gestire la propria spesa con il proprio smartphone. Ed eventi gratuiti nei week end, come corsi di cucina e di cake design, cooking show e percorsi formativi per sommelier.

Il progetto potrebbe essere destinato a ripetersi anche in altre città: ''Nelle prossime settimane - sottolinea Kaufman - valuteremo l'ipotesi di estenderlo in tutte le grandi città italiane. Metteremo allo studio anche i risultati di questo primo esperimento, ma siamo già convinti che questo nuovo tipo di format avrà molto successo''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.