cerca CERCA
Mercoledì 17 Luglio 2024
Aggiornato: 12:03
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Giubileo, reperti piazza Pia: via libera a delocalizzazione. Gualtieri: "Grazie a Sangiuliano"

Ministro su decisione Commissione patrimonio culturale: "Ottimo risultato, frutto collaborazione istituzionale"

Il ritrovamento - (Adnkronos)
Il ritrovamento - (Adnkronos)
18 giugno 2024 | 10.11
LETTURA: 2 minuti

E' stato autorizzato lo scavo a esaurimento, lo smontaggio, la delocalizzazione e lo stoccaggio in vista della ricollocazione e della musealizzazione dei resti di età romana della fullonica e dell'edificio residenziale di età imperiale, venuti alla luce nello scavo per la realizzazione del sottopasso di Piazza Pia a Roma. Convocata con urgenza venerdì 14 per oggi dal presidente Leonardo Nardella, segretario regionale Mic per il Lazio, la Commissione regionale per il Patrimonio culturale del Lazio, ha anticipato riunendosi ieri e autorizzando, su proposta della soprintendente speciale di Roma Daniela Porro, in modo da consentire la tempestiva emanazione del decreto di autorizzazione, che permetterà l’immediata ripresa dei lavori, garantendo il rispetto del cronoprogramma realizzativo del sottopasso.

L’autorizzazione prescrive, oltre al consolidamento, al distacco, alla delocalizzazione dei resti murari, degli apparati decorativi e di rivestimento delle strutture, il lavaggio, la classificazione, lo studio dei reperti mobili rinvenuti, il restauro di quelli più significativi e la ricostituzione e la valorizzazione del contesto archeologico, da delocalizzare nei Giardini di Castel Sant’Angelo e all’interno del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo. La realizzazione dovrà avvenire entro due anni dalla autorizzazione, corredata da una ricostruzione in 3D e dalla realizzazione di un progetto di valorizzazione virtuale del contesto storico-topografico (horti Agrippinae, horti Domitiae, ager Vaticanus), mediante pubblicazione scientifica e prodotto audiovisivo e digitale.

L’intera operazione di smontaggio, delocalizzazione e ricollocazione avverrà sotto la direzione scientifica della Soprintendenza Speciale di Roma. “L’immediata risposta delle istituzioni per la tutela e la valorizzazione dei resti di età romana rinvenuti nel sottopasso di piazza Pia è un ottimo risultato, frutto di una proficua collaborazione istituzionale”, dichiara il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

"Ringrazio fortemente il ministro Sangiuliano e le strutture del suo ministero a partire dalla Soprintendenza speciale per Roma, guidata da Daniela Porro, e dal presidente del Corepacu Leonardo Nardella per aver condiviso la necessità di procedere in tempi brevi allo spostamento e alla valorizzazione degli straordinari reperti archeologici rinvenuti proprio grazie al cantiere di Piazza Pia", ha dichiarato in una nota il sindaco di Roma e Commissario per il Giubileo, Roberto Gualtieri.

"Una decisione importante che conferma il valore di una proficua collaborazione istituzionale - sottolinea - i lavori per il sottopasso andranno avanti e i reperti potranno così essere valorizzati ed ammirati in una nuova collocazione”

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza