cerca CERCA
Lunedì 27 Giugno 2022
Aggiornato: 07:38
Temi caldi

TENDENZE

Un'alga alpina fa sciogliere (di più) i ghiacciai

Sono conosciute come "sangue di neve" e il motivo è presto detto. Si tratta di alghe che normalmente sono di colore verde ma nella neve accumulano un piccolo pigmento rosso per proteggersi dai raggi UV, creando tipiche chiazze rosse nei ghiacciai alpini. La loro presenza è in grado di accelerare lo scioglimento dei ghiacciai, già messi a dura prova dall'innalzamento delle temperature, poiché il colore rosso riduce la capacità di riflettere il calore del sole. I ricercatori del CEA Centre de Greno...

alternate text

L’inquinamento ci danneggia più del fumo

L’inquinamento provoca alla salute più danni del fumo. E’ quanto emerge da uno studio pubblicato dall’Energy Policy Institute dell’Università di Chicago, che sottolinea come l’inquinamento atmosferico riduca di 2,2 anni la speranza di vita, mentre il fumo da sigaretta "soltanto" di 1,9 anni. Secondo le stime, il 97,3% della popolazione mondiale vive in luoghi dove la qualità dell’aria non soddisfa i requisiti minimi previsti dall’Organizzazione mondiale della sanità. Se queste linee guida venisse...

alternate text

La CO2 del settore del cemento raddoppia in 20 anni

Le emissioni di CO2 derivanti dalla produzione del cemento, una fonte poco discussa ma importante di inquinamento, sono raddoppiate negli ultimi 20 anni. E’ quanto emerge da un report del Global Carbon Project. Infatti nel 2021 le emissioni mondiali derivanti dalla produzione di cemento per edifici, strade e altre infrastrutture hanno raggiunto quasi 2,9 miliardi di tonnellate di CO2, pari a più del 7% delle emissioni globali di carbonio. Vent'anni fa, nel 2002, le emissioni di cemento erano stat...

Le Maldive avranno una città galleggiante

A tutela delle persone che perderanno le proprie case a causa dell’innalzamento del mare, nelle Maldive sta nascendo una città galleggiante. Si stima che entro fine secolo lo stato sarà quasi completamente sommerso. La nuova città sarà autosufficiente, totalmente sostenibile e quando sarà completata potrà ospitare fino a 20mila persone. I primi residenti entreranno già a partire dal 2024, ma bisognerà attendere il 2027 per la fine dei lavori. Oltre a condurre un’accurata valutazione di impatto am...

alternate text

La perdita massiccia di biodiversità potrebbe mandare in crisi l’economia mondiale

La perdita massiccia di biodiversità a livello globale potrebbe causare, entro la fine del decennio, un danno economico tale da ridurre drasticamente più della metà dei rating sovrani mondiali. E’ quanto emerge da un report della SOAS University, che spiega come un collasso parziale degli ecosistemi chiave potrebbe danneggiare le industrie dipendenti dalla natura, come l'agricoltura e la pesca. Secondo le stime, l'impatto negativo porterebbe il 58% dei 26 Paesi presi in esame a subire un declassa...

alternate text

Le inondazioni in Bangladesh sono figlie del riscaldamento climatico

Nei giorni scorsi, quasi 10 milioni di persone sono rimaste bloccate a causa di catastrofiche inondazioni in Bangladesh. Secondo gli scienziati, è il cambiamento climatico ad aver causato un così tragico fenomeno. Alcuni studi evidenziano che le piogge dell’Asia meridionale potranno diventare sempre più irregolari e torrenziali a causa dell’aumento della temperatura globale. Questo perché più l’aria è calda, più può trattenere vapore acqueo prima di rilasciare la pioggia. Il risultato saranno pre...

alternate text

Il rischio incendi è aumentato in tutta Europa

La siccità e l’innalzamento delle temperature renderanno l'Europa più vulnerabile agli incendi. La scorsa estate, le fiamme hanno distrutto oltre 11.000 chilometri quadrati di territorio europeo, un'area quattro volte più grande del Lussemburgo. Secondo gli scienziati, gli incendi si spingeranno sempre più a nord in paesi in cui i roghi estivi non erano usuali fino a qualche anno fa. Nonostante l'ampia pianificazione, la sorveglianza preallarme e i modelli di previsione, prepararsi agli incendi r...

alternate text

Per salvare il clima serve una riforma globale del prezzo del carbonio

Per rispettare gli accordi di Parigi, che mirano a limitare il riscaldamento globale al di sotto dei 2°C, serve una riforma del prezzo del carbonio. E’ quanto emerge da un report pubblicato dal Net-Zero Asset Owner Alliance (NZAOA). Infatti, nonostante sempre più governi stiano cercando di imporre un prezzo al carbonio per ridurre le emissioni aumentando il costo della loro produzione, meno del 25% delle emissioni stesse è coperto da un prezzo del carbonio. Il livello poi varia notevolmente da re...

alternate text

Allarme zecche in Italia

L'aumento della temperatura globale e locale ha risvolti imprevisti anche nella diffusione di fastidiosi insetti come le zecche, soprattutto nelle zone alpine. A dare l’allarme e ad invitare alla prudenza sono le autorità sanitarie di alcune regioni alpine italiane. Un inverno mite e una primavera calda hanno favorito la diffusione e il proliferare in anticipo, di qualche settimana rispetto alla norma, di questi parassiti. Questi due fenomeni combinati fanno sì che vi siano molti più esemplari in...

alternate text

Come la Germania anche i Paesi Bassi rispondono alla crisi energetica con il carbone

I Paesi Bassi si preparano ad un’eventuale emergenza energetica invernale, lanciando il nuovo piano di protezione e recupero del gas che consiste in una serie di misure per diversificare le proprie fonti e in concomitanza ridurre i consumi. Il piano prevede di revocare i limiti alla produzione termoelettrica a carbone dal 2022 al 2024 con effetto immediato. Ciò significa che le centrali già attive potranno nuovamente lavorare a pieno regime. Il governo ha assicurato che il conseguente aumento di ...

alternate text

Il Niger vittima di una carestia frutto della crisi climatica

Il Niger è vittima dei cambiamenti climatici. Le piogge sempre più irregolari e le stagioni secche più lunghe fanno sì che molte zone del Paese non abbiano avuto un buon raccolto da più di dieci anni. Le temperature stanno aumentando 1,5 volte più velocemente rispetto al resto del mondo, portando a una siccità che sta erodendo il 14% di terra coltivabile. Solo l'anno scorso si è registrato un calo del 39% nella produzione di cereali. Per il 2022 si prevede che 4,4 milioni di persone, il 18% d...

alternate text

Caldo estremo in Europa, segni di un clima che sta cambiando

Non è solo l'Italia colpita dall'anomalo per la stagione picco di temperature: l’ondata di calore che ancora prima dell'avvio dell'estate astronomica ha colpito Spagna e Francia e poi il resto dell’Europa centrale ci sta facendo capire cosa significherà vivere in un mondo più caldo di 1,5°C. In Francia si moltiplicano i record storici di temperatura: per esempio a Biarritz dove la media storica per questo periodo è di 22°C, la colonnina di mercurio è salita fino a 42,9°C. Mentre a San Sebastian, ...

alternate text

I bitcoin inquinano molto di più di quanto pensiamo

Oltre che energivori, i bitcoin sono anche gran produttori di e-waste, ovvero di rifiuti elettronici, dispositivi guasti, inutilizzati o semplicemente obsoleti. E’ quanto emerge da uno studio del MIT di Boston, che sottolinea come ogni anno, i soli Bitcoin, producano oltre 30 mila tonnellate di e-waste, una quantità simile a quella generata da una nazione come i Paesi Bassi. Questo perché i dispositivi progettati per processare gli algoritmi dedicati al mining di Bitcoin richiedono prestazioni el...

alternate text

Glifosato, gli USA verso un nuova valutazione

L’agenzia per la protezione ambientale degli USA (EPA) deve riaprire la procedura di valutazione per l’uso del glifosato, l’erbicida prodotto da Bayer-Monsanto. E’ quanto emerge da una sentenza della corte d’appello degli Stati Uniti, che sottolinea come il via libera, arrivato nel 2020, non abbia considerato adeguatamente i rischi per la salute umana e per l’ambiente. Infatti i giudici ritengono illegittima la registrazione provvisoria concessa dall'amministrazione Trump nel 2020, perché l'EPA n...

alternate text

I coralli dei Caraibi perdono colore

Secondo uno studio della Universidad Nacional Autonoma del Messico, è in corso un’epidemia con tassi di mortalità fino al 94% tra alcune specie di corallo nei Caraibi messicani. I dati sono stati pubblicati su Communications Biology. Questa malattia fu segnalata per la prima volta in Florida nel 2014 e la sua caratteristica principale è la rapida diffusione. Una vera e propria strage, che ha cambiato il volto ai coralli. Dopo il contagio, infatti, i coralli perdono colore, perché l’agente patogen...

alternate text

La Cina flagellata da ondate di calore e tornado

Una rara convergenza di piogge record, ondata di calore e tornado ha colpito la megalopoli di Guangzhou, nella Cina meridionale, coinvolgendo milioni di persone, danneggiando le proprietà e sommergendo i terreni agricoli. Il governo cinese ha incolpato il cambiamento climatico per l'aumento degli eventi meteorologici estremi: quest’anno le precipitazioni e le temperature hanno raggiunto i massimi storici. Ma la Cina - storicamente soggetta a inondazioni - lo è diventata ancora di più negli ultimi...

alternate text

Gli orsi polari in Groenlandia alle prese con i cambiamenti climatici

Una popolazione isolata di orsi polari della Groenlandia si è adattata abilmente al declino del ghiaccio marino da cui dipende per la caccia alle foche, offrendo uno spiraglio di speranza per la conservazione di questa specie. E’ quanto emerge da uno studio dell’Università di Washington. Infatti questi orsi hanno imparato a cacciare dai pezzi di ghiaccio d'acqua dolce che si staccano dai ghiacciai della calotta artica. Questa popolazione di diverse centinaia di orsi, che abitano la costa sud-orie...

alternate text

Oggi è il World Sea Turtle Day

Ogni anno in Italia 25mila tartarughe marine vengono catturate dalle reti a strascico. Inoltre l'80 per cento delle Caretta caretta del Mediterraneo ha ingerito plastica. Sono alcuni dei dati denunciati da WWF nel report "Italia, penisola delle tartarughe" pubblicato in occasione della Giornata mondiale delle tartarughe marine. Nuotano nei nostri mari e nidificano sulle nostre coste, ma sono ancora oggetto di minacce, per questo sono una delle specie simbolo di GenerAzioneMare, la campagna del WW...

ora in
Prima pagina
Tag più usati
in questa pagina

accurata valutazione di impatto ambientale

acido eicosapentaenoico

alga

alga alpina

allarme zecche

anidride carbonica

bitcoin

cambiamento climatico

capgemini

carbonio

articoli
in Evidenza