cerca CERCA
Sabato 10 Aprile 2021
Aggiornato: 12:56
Temi caldi

Finanza

Le notizie finanziarie e sui mercati azionari in tempo reale: borsa italiana, quotazioni azioni, titoli, valute, obbligazioni e molto altro

Borsa Milano chiude l’ottava in rosso, Tod’s spicca il volo

Chiusura di settimana all’insegna della prudenza per la borsa di Milano. Nell’ultima seduta della settimana il listino di Piazza Affari si è trovato a fare i conti con la nuova risalita dei rendimenti obbligazionari (l’indice dei prezzi alla produzione USA ha fatto segnare un incremento doppio rispetto alle stime), favorita in modo particolare nel nostro Paese dai rumor riportati dall’agenzia Bloomberg sulla volontà dell’esecutivo di Draghi di mettere in campo uno scostamento di bilancio di 40 mi...

alternate text

Borsa, Ftse Mib e spread in rosso

Le vendite sui titoli del comparto bancario e di quello energetico spingono al ribasso la borsa di Milano. All’interno del primo comparto, che fa registrare una debolezza generalizzata anche nel resto d’Europa, spicca l’andamento negativo di UniCredit (-3,36%), il -2,15% di Banco Bpm ed il -1,63% di Intesa Sanpaolo.

alternate text

Banca Mediolanum, a marzo raccolta netta di 885 milioni di euro

Banca Mediolanum ha chiuso il mese di marzo 2021 con una raccolta netta totale pari a 885 milioni di euro, che porta il totale da inizio anno a 2.188 milioni. I volumi commerciali nel mese sono stati pari a 1.259 milioni, l'erogazioni di mutui e prestiti ammonta a 359 milioni.

Borsa Milano chiude piatta, Nexi in evidenza

Seduta all’insegna della cautela per le borse del Vecchio continente nel giorno della valutazione dell’Agenzia europea per i farmaci del vaccino sviluppato da AstraZeneca. L’EMA ha rilevato un collegamento tra la somministrazione del vaccino del gruppo anglo-svedese e casi “molto rari” di trombosi. Si tratta di conseguenze, ha rilevato il Comitato per la sicurezza dell'EMA, che dovrebbero essere elencate come effetti collaterali molto rari.

alternate text

Ftse Mib e spread chiudono poco mossi

In clima pre-festivo, la borsa di Milano ha terminato l’ultima seduta della settimana di poco sopra la parità. Dopo la presentazione del nuovo piano infrastrutturale da parte del presidente Usa Biden, il focus degli operatori si è spostato sui nuovi record di Wall Street e sul meeting dell’Opec+ (in corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa il future sul Brent avanza dello 0,8% a 63,24 dollari il barile).

alternate text

Autogrill cede attività autostrade Usa per 375 mln dollari

La controllata di Autogrill Hmshost ha firmato un accordo per la cessione delle attività autostradali statunitensi per un prezzo di 375 milioni di dollari a un consorzio controllato e guidato da Blackstone Infrastructure Partners, che include Applegreen Limited e B&J Holdings. Lo comunica la società. L'accordo è soggetto a tutti gli aggiustamenti post-closing e contempla un possibile aumento sulla base di un meccanismo di earn-out connesso ai ricavi del 2022 e del 2023. Le parti prevedono di chiu...

alternate text

Piazza Affari chiude piatta, tonfo per Pirelli

La Borsa di Milano ha chiuso l’ultima seduta del mese di marzo e del primo trimestre in parità. Nel giorno in cui il presidente Biden alza il velo sul maxi piano di investimenti in infrastrutture, il rendimento del decennale USA ha consolidato sopra quota 1,7%.

alternate text

Borsa: Milano chiude in positivo, rally di Cnh Industrial

La seduta di Piazza Affari si chiude con il segno più. La Borsa di Milano, come del resto anche le altre del Vecchio continente, oggi ha capitalizzato l’ottimismo sull’andamento della ripresa economica e l’attesa per un’accelerazione delle campagne di vaccinazioni.

alternate text

Borsa Milano in parità, ancora denaro su Telecom Italia

La prima seduta della settimana di Piazza Affari si chiude in sostanziale parità. Nonostante l’ottimismo che circonda la campagna vaccinale, che nelle prossime settimane potrebbe far registrare un’accelerazione, e le buone nuove in arrivo da un Canale di Suez ormai sbloccato, nella prima seduta della settimana il comparto bancario europeo si è trovato a fronteggiare le possibili perdite legate alla crisi dell'hedge fund Archegos Capital.

alternate text

Ftse Mib positivo in chiusura di settimana

Chiusura di settimana con il segno più per le borse europee, spinte dalla volontà di collaborazione tra Stati Uniti e Unione europea emersa dal Consiglio UE in tema di vaccini. La speranza di un'accelerazione della campagna vaccinale ha così fatto passare in secondo piano la crescita dei contagi ed i nuovi lockdown in varie parti d’Europa. Buone nuove sono arrivate anche dall’indice tedesco Ifo, salito da 92,7 a 96,6 punti.

alternate text

Ftse Mib piatto, spread in aumento

Il nuovo calo del greggio, che ieri era stato invece protagonista in positivo, ha penalizzato la seduta odierna dei listini europei. Già alle prese con diverse questioni, prima fra tutte l’andamento della campagna vaccinale, i listini oggi hanno sofferto per la forte volatilità che sta colpendo il mercato energetico: lunedì il Brent ha segnato un -5,67%, ieri un +5,57% ed oggi registra un -4% a 61,66 dollari al barile.

alternate text

Borsa Milano recupera e chiude positiva

Partita in rosso, la borsa di Milano ha via via recuperato terreno in scia della ripresa dei prezzi del petrolio (il future con consegna giugno sale del 4,6% a 63,7 dollari al barile) e del ritorno degli acquisti sui titoli del comparto finanziario. Tra i primi segnaliamo il +3,72% di Tenaris, il +2,67% di Eni ed il +3,04% di Saipem (che ha collocato un nuovo prestito obbligazionario a tasso fisso al 2028 per 500 milioni di euro) mentre tra i secondi spicca il +2,6% di Nexi, il +1,79% di Medioban...

alternate text

Ftse Mib e spread in rosso

Un miglioramento nella seconda parte ha permesso alle borse europee di chiudere in sostanziale parità una seduta influenzata negativamente dalle indicazioni relative contagi e lockdown e dalla debolezza del petrolio (il future sul Brent quota in rosso del 3,8% a 62,05 dollari al barile).

alternate text

Avvio di settimana poco mosso per Ftse MIb e spread

Avvio di settimana in sostanziale parità per le borse europee, sempre alle prese con le tempistiche della ripresa economica. Alla luce di un mix formato da campagne di vaccinazione che procedono a rilento, di nuove varianti del virus e di nuove restrizioni, il rischio concreto è che la normalizzazione richieda più tempo del previsto.

alternate text

La settimana del Ftse Mib termina sotto la parità

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee, strette nella morsa dell’incremento sopra quota 1,7% del rendimento dei decennali USA e le quattro streghe, la scadenza di future e opzioni su indici e azioni (che porta ad un ribilanciamento delle posizioni).

alternate text

Borsa Milano chiude in rialzo

Nonostante il netto rialzo del rendimento dei decennali Usa all’indomani del meeting della Federal Reserve, le borse europee hanno chiuso la seduta di poco sopra la parità. Da Washington, la banca centrale statunitense ha confermato che i tassi non saranno toccati fino al 2023 anche se il rialzo delle stime di crescita ha finito per accelerare la risalita del rendimento del Treasury a 10 anni (1,733%, +0,2% rispetto a una settimana fa).

alternate text

Borsa Italiana piatta, focus sulla Federal Reserve

Seduta interlocutoria per l’azionario del Vecchio Continente in attesa del responso della due giorni di riunioni della Federal Reserve. Gli operatori si attendono conferme sulla prosecuzione dell’attuale politica monetaria anche in presenza di decisi rialzi dei prezzi e sulla volontà, se le condizioni dovessero aggravarsi, di controllare la curva dei rendimenti.

alternate text

Borsa, Ftse Mib e spread in aumento

A dispetto dello stop al vaccino di AstraZeneca, le borse europee si mettono in scia di una Wall Street che continua a macinare record. Nel corso della prima parte indicazioni positive per le borse UE sono arrivate dall’aggiornamento relativo l’indice tedesco Zew, salito a marzo da 71,2 a 76,6 punti.

alternate text

Borsa Milano inizia la settimana poco mossa

In positivo nella prima parte, Piazza Affari nel corso del pomeriggio si è trovata a fare i conti con un avvio all’insegna della debolezza dei listini a stelle e strisce. Indicazioni positive sono arrivate dalla Cina, dove gli aggiornamenti relativi produzione industriale e vendite al dettaglio hanno evidenziato incrementi del 35,1 e del 33,8 per cento annuo. Nonostante si tratti di numeri da prendere con le pinze, a febbraio 2020 in Cina iniziava il lockdown, i numeri sono risultati migliori del...

ora in
Prima pagina
Tag più usati
in questa pagina

borsa

chiusura

milano

piazza affari

banca mediolanum

borsa milano

chiusura piazza affari

eni

erogazioni di mutui e prestiti

massimo doris

articoli
in Evidenza