cerca CERCA
Giovedì 22 Aprile 2021
Aggiornato: 16:12
Temi caldi

Finanza

Le notizie finanziarie e sui mercati azionari in tempo reale: borsa italiana, quotazioni azioni, titoli, valute, obbligazioni e molto altro

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude in positivo

Il nuovo piano fiscale negli Stati Uniti e i rialzi registrati nel comparto bancario hanno permesso alle borse europee di chiudere la prima seduta della settimana in deciso rialzo.

alternate text

Borsa: Leonardo e Telecom Italia spingono al ribasso Piazza Affari

Chiusura di settimana con il segno meno per le borse europee, penalizzate dal nodo Brexit, dall’incremento dei contagi in Germania e dai ritardi registrati dal vaccino Sanofi-Gsk. A Milano l’indice delle blue chip ha terminato la settimana a 21.702,16 punti, -0,97% rispetto al dato precedente, mentre lo spread tra i decennali del nostro Paese e quelli tedeschi ha segnato un +2,8% portandosi a 116 punti base.

alternate text

Borsa: Milano chiude piatta nel gran giorno della Bce

Come da copione, nella riunione di oggi della Banca centrale europea l’istituto guidato da Christine Lagarde ha confermato il costo del denaro e potenziato gli stimoli alle economie di Eurolandia. In particolare, spicca l’aumento di 500 a 1.850 miliardi di euro degli acquisti di titoli del programma Pepp, che sarà prolungato di nove mesi almeno fino a marzo 2022, e la proroga della terza tranche di Tltro, le operazioni di liquidità di lunga durata, con condizioni più favorevoli e durata che passa...

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude debole, Moncler in evidenza

Seduta all’insegna della prudenza per le borse europee che hanno iniziato l’ottava sotto la parità in scia delle tensioni diplomatiche tra Washington e Pechino. Indicazioni poco rassicuranti anche dal negoziato sulla Brexit: nel corso dell’aggiornamento agli ambasciatori Ue, il capo dei negoziatori Michael Barnier ha evidenziato “serie divergenze” tra le parti.

alternate text

Borsa: La settimana della borsa di Milano si chiude in positivo

Chiusura di settimana in rialzo per le borse europee, spinte dagli acquisti sui titoli del comparto energetico. L’accordo raggiunto in sede Opec+ (il cartello formato dai Paesi esportatori e dagli altri maggiori produttori) prevede un incremento di mezzo milione di barili a partire da gennaio. Dato che gli operatori temevano che senza un’intesa gli attuali tagli all’output (9,7 milioni di barili giornalieri) sarebbero stati azzerati, il future sul Brent oggi si è riportato a ridosso dei 50 dollar...

alternate text

Borsa: Piazza Affari poco mossa, vendite sulle utilities

Chiusura all’insegna della debolezza per le borse europee, ancora penalizzate dalle prese di beneficio dopo un novembre da record. Nell’ultima parte il paniere principale di Piazza Affari, il Ftse Mib, ha risalito china terminando di poco sopra la soglia dei 22 mila punti (22.007,4, +0,16%) mentre lo spread tra i decennali italiani e quelli emessi dal Tesoro tedesco ha segnato una contrazione di poco inferiore al punto percentuale portandosi a 112 punti base.

alternate text

Borsa: Ftse Mib debole, bene il comparto oil

Seduta di consolidamento per le borse europee che, dopo un novembre da record hanno ripreso fiato in una giornata scandita dalle indicazioni positive arrivate dal fronte vaccini. Le autorità britanniche hanno dato il via libera alla somministrazione del vaccino anti-Covid e l’ok da parte dell’europea Ema dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno.

alternate text

Bper, Vandelli: 'Concentrati su filiali ma raccogliamo stimolo Cimbri'

Bper è concentrata sull'acquisizione delle filiali di Ubi/Intesa ma ha raccolto "le parole di stimolo" di Carlo Cimbri, ad di Unipol, principale azionista della banca. Lo ha detto l'ad di Bper, Alessandro Vandelli, in conferenza stampa, a chi gli chiedeva dell'ipotesi di un'aggregazione, adesso, con un'altra banca, come ad esempio Banco Bpm. "Devo dire che ovviamente siamo totalmente focalizzati sull'attività legata alle filiali, sarà quello che caratterizzerà il nostro lavoro nei prossimi mesi",...

alternate text

Unicredit, nodi e rischi del matrimonio con Mps

La possibilità che Unicredit possa comprare Mps e risolvere un problema al Tesoro si è fatta più concreta dopo le dimissioni dell'amministratore delegato Jean Pierre Mustier, ma il percorso non è così in discesa come si potrebbe pensare.

alternate text

Borsa: Piazza Affari positiva, ma pesa performance di Unicredit

Dopo il rialzo di oltre 20 punti percentuali registrato a novembre, anche il mese di dicembre inizia in positivo per il Ftse Mib. A spingere le piazze sono gli aggiornamenti relativi ai vaccini: Pfizer e Biontech hanno presentato la richiesta di autorizzazione all’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali, mentre Astrazeneca ha annunciato che in 7 giorni verranno presentati i dati per l’approvazione.

alternate text

Unicredit, ad Mustier lascia a fine mandato

Passo indietro di Jean Pierre Mustier dalla guida di Unicredit. Il manager francese, amministratore delegato della banca dal luglio 2016, nel corso di un consiglio di amministrazione tenutosi nel pomeriggio ha annunciato il ritiro dal suo ruolo alla fine del mandato in corso, in scadenza nell'aprile 2021. Oppure non appena il presidente designato, l'ex ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, e il cda avranno trovato un successore. Una scelta dettata dalle visioni, divenute inconciliabili, fra l...

alternate text

Borsa: Milano ancora positiva, minimi storici nell’asta di Btp

Con Wall Street a mezzo servizio nella seduta post-Ringraziamento, le borse europee hanno terminato la seduta in rialzo portando il guadagno dell’ottava a quasi 2 punti percentuali. Comparto bancario sotto i riflettori dopo lo stop alla fusione tra le spagnole Bbva e Banco Sabadell e le indiscrezioni sulle indicazioni della BCE per la distribuzione di dividendi nel 2021.

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude debole, realizzi su banche e comparto oil

In assenza del faro rappresentato da Wall Street, chiusa in occasione della festività del Ringraziamento, le borse europee hanno chiuso la seduta all’insegna della debolezza. A Milano, dove il Ftse Mib ha terminato a 22.201,44 punti, -0,46% sul dato precedente, spiccano le prese di beneficio sul comparto bancario: BPER ha chiuso con un -2,59%, UniCredit ha segnato un -2,6% e Banco BPM è scesa dell’1,62%.

alternate text

Borsa: Piazza Affari top performer d’Europa

Chiusura decisamente positiva per il listino di Milano, il migliore del vecchio continente, grazie ai progressi dal fronte vaccini ed all’avvio del processo di transizione negli Stati Uniti. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha evidenziato un +0,72% a 22.303,58 punti, in particolare evidenza i titoli del risparmio gestito, con il +2,32% di Banca Generali, il +3,29% di Azimut Holding, il +1,48% di FinecoBank ed il +2,63% di Banca Mediolanum.

alternate text

Borsa: Milano in forte rialzo, titoli oil in evidenza

L’avvio della transizione Trump-Biden (che avrebbe scelto Janet Yellen, ex n.1 della Federal Reserve, per la carica di Segretario al Tesoro) e l’arrivo dei vaccini, oggi hanno permesso alle borse europee di chiudere in solido territorio positivo. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha segnato un +2,04% a 22.145,06 punti, l’ottimismo si è riversato sui titoli del comparto oil, favoriti dalla terza seduta consecutiva del Brent, e sui bancari.

alternate text

Borsa: Banche sempre protagoniste a Piazza Affari

Avvio di settimana in parità per le borse europee, sostenute nella prima parte dall’andamento di un comparto energetico rinfrancato dalle notizie in arrivo dai vaccini, oggi è stata la volta di AstraZeneca, e dai titoli bancari. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib si è fermato a 21.701,79 punti (-0,02%), la notizia del giorno è rappresentata dall’offerta pubblica di acquisto totalitaria lanciata dal Credit Agricole Italia su Creval (+23,73% a 10,758 euro). L’offerta prevede un corrispettivo in dena...

alternate text

Creval, francese Credit Agricole lancia Opa a 10,5 euro

Il gruppo francese Credit Agricole lancia la scalata al Credito Valtellinese. Crédit Agricole Italia, società controllata per il 75,6% dalla francese Crédit Agricole, annuncia un’offerta pubblica di acquisto in denaro sulla totalità delle azioni di Creval. L'offerta è di 10,50 euro per azione, con un premio del 53,9% rispetto al prezzo medio ponderato degli ultimi 6 mesi e un premio del 21,4% rispetto al più recente prezzo ufficiale di Credito Valtellinese a venerdì scorso. Il prezzo equivale a u...

ora in
Prima pagina
Tag più usati
in questa pagina

piazza affari

chiusura

borsa

borsa milano

ftse mib

milano

borse usa

juventus

listino di piazza affari

spread

articoli
in Evidenza