cerca CERCA
Giovedì 22 Aprile 2021
Aggiornato: 16:04
Temi caldi

Finanza

Le notizie finanziarie e sui mercati azionari in tempo reale: borsa italiana, quotazioni azioni, titoli, valute, obbligazioni e molto altro

alternate text

Borsa Milano recupera e chiude positiva

Partita in rosso, la borsa di Milano ha via via recuperato terreno in scia della ripresa dei prezzi del petrolio (il future con consegna giugno sale del 4,6% a 63,7 dollari al barile) e del ritorno degli acquisti sui titoli del comparto finanziario. Tra i primi segnaliamo il +3,72% di Tenaris, il +2,67% di Eni ed il +3,04% di Saipem (che ha collocato un nuovo prestito obbligazionario a tasso fisso al 2028 per 500 milioni di euro) mentre tra i secondi spicca il +2,6% di Nexi, il +1,79% di Medioban...

alternate text

Ftse Mib e spread in rosso

Un miglioramento nella seconda parte ha permesso alle borse europee di chiudere in sostanziale parità una seduta influenzata negativamente dalle indicazioni relative contagi e lockdown e dalla debolezza del petrolio (il future sul Brent quota in rosso del 3,8% a 62,05 dollari al barile).

alternate text

Avvio di settimana poco mosso per Ftse MIb e spread

Avvio di settimana in sostanziale parità per le borse europee, sempre alle prese con le tempistiche della ripresa economica. Alla luce di un mix formato da campagne di vaccinazione che procedono a rilento, di nuove varianti del virus e di nuove restrizioni, il rischio concreto è che la normalizzazione richieda più tempo del previsto.

alternate text

La settimana del Ftse Mib termina sotto la parità

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee, strette nella morsa dell’incremento sopra quota 1,7% del rendimento dei decennali USA e le quattro streghe, la scadenza di future e opzioni su indici e azioni (che porta ad un ribilanciamento delle posizioni).

alternate text

Borsa Milano chiude in rialzo

Nonostante il netto rialzo del rendimento dei decennali Usa all’indomani del meeting della Federal Reserve, le borse europee hanno chiuso la seduta di poco sopra la parità. Da Washington, la banca centrale statunitense ha confermato che i tassi non saranno toccati fino al 2023 anche se il rialzo delle stime di crescita ha finito per accelerare la risalita del rendimento del Treasury a 10 anni (1,733%, +0,2% rispetto a una settimana fa).

alternate text

Borsa Italiana piatta, focus sulla Federal Reserve

Seduta interlocutoria per l’azionario del Vecchio Continente in attesa del responso della due giorni di riunioni della Federal Reserve. Gli operatori si attendono conferme sulla prosecuzione dell’attuale politica monetaria anche in presenza di decisi rialzi dei prezzi e sulla volontà, se le condizioni dovessero aggravarsi, di controllare la curva dei rendimenti.

alternate text

Borsa, Ftse Mib e spread in aumento

A dispetto dello stop al vaccino di AstraZeneca, le borse europee si mettono in scia di una Wall Street che continua a macinare record. Nel corso della prima parte indicazioni positive per le borse UE sono arrivate dall’aggiornamento relativo l’indice tedesco Zew, salito a marzo da 71,2 a 76,6 punti.

alternate text

Borsa Milano inizia la settimana poco mossa

In positivo nella prima parte, Piazza Affari nel corso del pomeriggio si è trovata a fare i conti con un avvio all’insegna della debolezza dei listini a stelle e strisce. Indicazioni positive sono arrivate dalla Cina, dove gli aggiornamenti relativi produzione industriale e vendite al dettaglio hanno evidenziato incrementi del 35,1 e del 33,8 per cento annuo. Nonostante si tratti di numeri da prendere con le pinze, a febbraio 2020 in Cina iniziava il lockdown, i numeri sono risultati migliori del...

alternate text

Ftse Mib e spread poco mossi in chiusura di ottava

Chiusura di settimana all’insegna della prudenza per le borse europee, ieri rinfrancate dal meeting della Banca Centrale Europea e dal via libera al piano di stimoli elaborato dall’amministrazione Biden. Sul paniere principale di Piazza Affari, che ha terminato poco mosso a 24.113,22 (-0,03%), spicca la performance delle azioni Telecom Italia, salite nell’ultima seduta dell’ottava del 3,26%. Nel confermare la valutazione “buy”, gli analisti di BofA Securities hanno incrementato il prezzo obiettiv...

alternate text

Ftse Mib consolida sopra 24mila punti

Nuova chiusura positiva per l’azionario milanese che, già in rialzo, nel corso della seconda parte ha potuto contare sulla sponda offerta del meeting della Banca Centrale Europea. Nel confermare il costo del denaro ai livelli attuali, e su questo non vi erano dubbi, l’istituto guidato da Christine Lagarde ha annunciato maggiori acquisti di titoli nel secondo trimestre.

alternate text

Borsa Milano chiude positiva, Leonardo in evidenza

Seconda parte all’insegna dei rialzi per le borse europee. Le indicazioni positive arrivate dagli Stati Uniti, dove l’inflazione in versione completa (+0,4%) si è mossa in linea con le stime ed il dato “core” (quello calcolato al netto delle componenti più volatili) ha fatto segnare un andamento (+0,1%) inferiore al consenso, ha rinfrancato i listini azionari sulle due sponde dell'Atlantico.

alternate text

Borsa Milano sale, focus su Leonardo

Il poderoso rally messo a segno ieri non ha frenato le velleità rialziste dell’indice italiano, che oggi ha fornito una solida dimostrazione di forza segnando un rialzo dello 0,57% a 23.816,50 punti. Il buonumore degli operatori poggia sugli stimoli a stelle e strisce, sull’ottimismo della campagna vaccinale e sull’andamento generale dell’economia globale. Indicazioni in questo senso sono arrivate dall’Ocse, che ha rilevato come le prospettive, grazie all’arrivo dei vaccini e all’avvio delle camp...

alternate text

Piazza Affari parte in quarta, CNH Industrial spicca il volo

Avvio di settimana in rally per la Borsa di Milano, spinta dai titoli del comparto energetico, dai bancari e da un comparto industriale in cui spicca il balzo messo a segno da CNH Industrial. Le azioni di quest’ultima, salite del 7,56%, hanno capitalizzato le trattative con la cinese FAW per la cessione di Iveco e l’annuncio dell’acquisizione di una quota di minoranza in Monarch Tractor, i cui trattori combinano motore elettrico e tecnologie per la guida autonoma.

alternate text

Borsa Milano in rosso, bene il comparto oil

Seduta altalenante per la Borsa di Milano nonostante i nuovi rialzi del greggio e le indicazioni arrivate dal mercato del lavoro Usa. In corrispondenza della chiusura delle contrattazioni in Europa, il future con consegna maggio sul Brent passa di mano a 68,7 dollari, +3% rispetto al dato precedente (+4,17% ieri e +2,19% due giorni fa). Il prezzo del petrolio si muove in scia della decisione annunciata ieri dall’Opec+, che ha confermato l’attuale livello produttivo.

alternate text

Ftse Mib chiude sopra la parità

Seduta poco mossa per l’azionario europeo in attesa dell’intervento del n.1 della Federal Reserve. Poco dopo la chiusura degli scambi in Europa, Jerome Powell interverrà ad un evento online organizzato dal Wall Street Journal. Dal chairman gli operatori si attendono chiarimenti sulle modalità con cui sarà affrontato il rialzo dei tassi che nelle ultime settimane ha condizionato in negativo l’andamento dei listini azionari globali.

alternate text

Mossa di Caltagirone in Mediobanca, entra all'1%

Blitz del vicepresidente vicario di Generali, che acquista una quota di peso nella banca d'affari. Il mercato si aspetta nuovi acquisti nelle due società e guarda alle manovre sulla compagnia assicurativa in vista del rinnovo del cda il prossimo anno.

alternate text

Borsa Milano chiude in rosso, denaro sulle banche

Seconda parte in ritirata per le borse europee, spinte al ribasso, come del resto anche Wall Street, dalle indicazioni preliminari relative l’andamento del mercato del lavoro statunitense. In attesa dei dati ufficiali in calendario venerdì, a febbraio il settore privato statunitense ha evidenziato un incremento delle buste paga di 117 mila unità, decisamente inferiore rispetto alle circa 200 mila unità del consenso e della precedente rilevazione.

alternate text

Piazza Affari chiude in rosso

Nonostante un miglioramento a metà seduta, la seduta della Borsa di Milano si è chiusa con il segno meno. Le tensioni innescate dall’OMS, secondo cui nel 2021 non riusciremo a metterci alle spalle la pandemia, nel corso del pomeriggio hanno fatto il paio con l’apertura debole di Wall Street.

alternate text

Piazza Affari chiude bene, Atlantia in rally dopo il no

Il via libera al vaccino di Johnson & Johnson e l’approvazione del nuovo piano di stimoli negli Stati Uniti permettono alle borse europee di iniziare la settimana con il segno più. Indicazioni positive per le piazze finanziarie sono arrivate anche dal ritorno degli acquisti sul petrolio: in corrispondenza della chiusura delle piazze finanziarie europee, il future con consegna maggio sul Brent sale dello 0,7% a 64,88 dollari al barile.

alternate text

Ftse Mib debole, spread sale ancora

Le vendite sui titoli di Stato continuano ad influenzare negativamente i mercati finanziari: nonostante i rialzi dei rendimenti sembrerebbero essersi arrestati, le borse europee hanno tutte chiuso l’ultima seduta della settimana con il segno meno.

ora in
Prima pagina
Tag più usati
in questa pagina

piazza affari

chiusura

borsa

borsa milano

ftse mib

milano

borse usa

juventus

listino di piazza affari

spread

articoli
in Evidenza