cerca CERCA
Martedì 16 Aprile 2024
Aggiornato: 00:38
10 ultim'ora BREAKING NEWS
SPECIALE
Tumori, Sobi lancia da Milano la campagna ‘THEBIGB’

Tumori, Sobi lancia da Milano la campagna ‘THEBIGB’

Malattie rare, Petruzzelli (Lampada di Aladino): ‘Prendere in carico le persone e non solo la malattia’
video

Malattie rare, Petruzzelli (Lampada di Aladino): ‘Prendere in carico le persone e non solo la malattia’

“ Possiamo vincere la battaglia prendendo in carico non solo le malattie, ma anche le persone”. Sono le parole di di Davide Petruzzelli, presidente dell’associazione pazienti La lampada di Aladino Ets, in occasione della presentazione della campagna di informazione diretta al grande pubblico sul linfoma a grandi cellule B (Dlbcl), il linfoma più frequente della famiglia dei linfomi non Hodgkin, firmata da Sobi, azienda farmaceutica svedese dedicata alle malattie rare, con il patrocinio delle asso...

Malattie rare, Cairoli (Niguarda): ‘Linfonodi e milza ingrossati tra i sintomi del linfoma a grandi cellule B’
video

Malattie rare, Cairoli (Niguarda): ‘Linfonodi e milza ingrossati tra i sintomi del linfoma a grandi cellule B’

“Il linfoma a grandi cellule B colpisce i linfonodi, che come prima cosa si ingrossano. Si può ingrossare anche la milza e, quando è molto grossa, deborda dall'arcata costale spingendo lo stomaco verso l’alto e dando segni di pienezza gastrica e tensione addominale. Per questo è importante rivolgersi al medico”. Lo ha spiegato Roberto Cairoli, direttore della struttura complessa di Ematologia Asst Grande ospedale metropolitano Niguarda di Milano, a margine della presentazione della campagna di in...

Malattie rare, Cairoli (Niguarda): ‘Car-T nuova frontiera per pazienti refrattari con linfoma a grandi cellule B’
video

Malattie rare, Cairoli (Niguarda): ‘Car-T nuova frontiera per pazienti refrattari con linfoma a grandi cellule B’

“La cura che viene prescritta nei pazienti con linfoma a grandi cellule B associa la chemioterapia tradizionale ad un anticorpo monoclonale. È una cura molto efficace, che guarisce circa il 60% dei pazienti. Per il restante 40% dei pazienti esistono delle strategie terapeutiche che hanno quasi del tutto sostituito l’ulteriore chemioterapia e il trapianto. Mi riferisco ai Car-T, già disponibili in Italia”. Lo afferma Roberto Cairoli, direttore della struttura complessa di Ematologia Asst Grande os...



SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza