cerca CERCA
Mercoledì 12 Maggio 2021
Aggiornato: 14:29
Temi caldi
SPECIALE
Le vaccinazioni nelle persone fragili: dubbi e risposte

Le vaccinazioni nelle persone fragili: dubbi e risposte

Vaccini cruciali per pazienti fragili, ma occorre scegliere con cura quali e quando somministrarli

“I pazienti con patologie oncoematologiche sono a maggiore rischio di complicanze infettive potenzialmente gravi che possono essere prevenute attraverso i programmi vaccinali”, così Francesco Zaia, direttore di ematologia presso l’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina, Università di Udine, in occasione del webinar "Le vaccinazioni nelle persone fragili. Dubbi e risposte". In caso di neoplasie ematologiche sono controindicati i vaccini attenuati, gli inattivi sono più sicuri ma il prob...

Bonanni: ''Vaccini strumenti che permettono di aumentare la salute dei pazienti fragili''

Oggi siamo in una situazione demografica di forte invecchiamento della popolazione. Entro il 2050 il 42 per cento della popolazione europea avrà più di 65 anni e la vita media arriva oggi a 84 anni. Vivendo più a lungo si va incontro maggiormente a rischi di infezioni respiratorie e altre malattie prevenibili con i vaccini. “Bisogna quindi vaccinare gli adulti perché potrebbero non essere stati vaccinati nell’infanzia ma anche perché negli anni si sono resi disponibili nuovi vaccini. Inoltre l’im...

alternate text

Marconi: ''Fondamentali strategie per migliorare protezione vaccinale dei pazienti immunocompromessi''

“Le infezioni in un paziente immunocompromesso presentano una serie di sfide: la diagnosi è complessa, gli outcome sono severi, molto spesso non sono disponibili delle terapie (la maggior parte delle volte sono costose, tossiche, con un efficacia non ottimale e potrebbero interagire con altri farmaci presi dai pazienti)”, ha spiegato Lorenzo Marconi, Infettivologo presso il Policlinico di Sant’Orsola Malpighi di Bologna durante il webinar "Le vaccinazioni nelle persone fragili. Dubbi e risposte"....

alternate text

Pazienti fragili, vaccinazione può aiutare a evitare rischio di sviluppare infezioni gravi

Ci sono delle patologie che non aumentano il rischio di contrarre malattie infettive ma aumentano il rischio di sviluppare una forma grave e problematica di infezione, come avviene per il diabete. Ne ha parlato Edoardo Mannucci, Professore Associato di Endocrinologia, Università degli Studi di Firenze – Direttore SOD Diabetologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi di Firenze, in occasione del webinar "Le vaccinazioni nelle persone fragili. Dubbi e risposte".

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza