Home . Fatti . Cronaca . Forte scossa di terremoto in Molise

Forte scossa di terremoto in Molise

CRONACA
Forte scossa di terremoto in Molise

(Xinhua)

Una forte scossa sismica è stata registrata in Molise alle ore 23.48 di ieri con magnitudo 4.7. Sono in corso le verifiche da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, in contatto con le strutture locali del Servizio nazionale della protezione civile. Il terremoto, con epicentro localizzato nel Comune di Montecilfone, in provincia di Campobasso, è stato avvertito dalla popolazione. Nella stessa zona, riferiscono dall'Ingv, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, alle 3.29 di questa notte è stata registrata una seconda scossa di magnitudo 2.3.

''Da una prima ricognizione effettuata, siamo propensi ad affermare che il movimento sismico che ha interessato il territorio molisano non abbia prodotto danni significativi a cose e persone" comunica in una nota il presidente della Regione Molise, Donato Toma, che sta seguendo e coordinando tutte le operazioni. "I sopralluoghi stanno proseguendo e con la luce del giorno potremo avere un quadro più circostanziato della situazione che viene tenuta costantemente sotto controllo. I tecnici, inoltre, continuano a monitorare la Diga del Liscione" informa il governatore.

''Voglio ringraziare - dice Toma - innanzitutto i sindaci che diligentemente si sono messi al lavoro per l’organizzazione e la gestione della prima fase dell’emergenza e hanno rassicurato i cittadini, ma anche gli altri soggetti istituzionali che si sono immediatamente resi disponibili e operativi, la Prefettura di Campobasso, il Corpo dei Vigili del fuoco, la Sala operativa della Protezione civile regionale di Campochiaro, che sono stati letteralmente presi d’assalto dalle telefonate di numerosi cittadini che chiedevano informazioni. Nei prossimi giorni - conclude - gli Uffici tecnici comunali proseguiranno con la verifica degli edifici nei rispettivi territori per valutare se il sisma abbia prodotto danni''.

Non si sono registrati danni a cose o persone in Campania. Lo rende noto la Protezione civile della Regione Campania, che si è messa subito in contatto con i vigili del fuoco della provincia di Caserta: l’area del Matese è infatti quella più prossima all’epicentro e nella quale la scossa è stata maggiormente avvertita. Oltre 60 le telefonate pervenute alla Sala operativa regionale da parte di cittadini del territorio che chiedevano informazioni sul terremoto: nessun danno è stato segnalato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.