cerca CERCA
Martedì 27 Febbraio 2024
Aggiornato: 07:01
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Csm, Tar Lazio conferma: Marcello Viola è il procuratore di Milano

28 aprile 2023 | 17.53
LETTURA: 2 minuti

Respinti i ricorsi presentati dall'attuale procuratore facente funzioni di Lodi Maurizio Romanelli e dal procuratore capo di Bologna Giuseppe Amato

 - (Fotogramma)
- (Fotogramma)

Il Tar del Lazio (sezione prima) ha respinto i ricorsi presentati dall'attuale procuratore facente funzioni di Lodi Maurizio Romanelli e dal procuratore capo di Bologna Giuseppe Amato nei confronti di Marcello Viola che resta alla guida della procura di Milano. I due sfidanti, usciti sconfitti, chiedevano l'annullamento del provvedimento del 7 aprile 2022 con il quale il Csm, in seduta plenaria, conferiva la prestigiosa carica a Viola. I giudici amministrativi ritengono i ricorsi infondati, sottolineano la discrezionalità del Consiglio superiore della magistratura nell'adottare le scelte più opportune e - pur riconoscendo stima e prestigio ai due magistrati - condividono il prevalere del curriculum di Viola.

Il Csm, si legge nella sentenza, "non ha attribuito la preferenza in via automatica al candidato che aveva svolto funzioni direttive rispetto a quello che aveva svolto funzioni solo semi direttive, ma ha invece esaminato tutti gli aspetti salienti dei rispettivi curricula", non limitandosi a mero confronto delle singole materie ma valorizzando invece il profilo del candidato nel suo complesso. In tal senso, quello che emerge è che nell'esperienza di procuratore di Trapani, Viola si è misurato "con una realtà giudiziaria assai complessa, essendo il territorio trapanese storicamente interessato da una rilevante e radicata presenza della criminalità organizzata di stampo mafioso" e nell'esercizio dell'attività direttiva "ha ottenuto ottimi risultati in termini di efficienza e produttività".

Non solo, anche la sua ultima esperienza alla procura generale fiorentina, "di primaria importanza nel panorama nazionale, si caratterizza per una struttura organizzativa significativamente complessa in considerazione del numero degli uffici circondariali che ad essa fanno capo (procure di Firenze, Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato, Siena); inoltre, Viola ha personalmente assolto complessi compiti afferenti all'attività di vigilanza e di controllo, oltre al ruolo di coordinatore dei gruppi di lavoro specializzati, non solo in tema di questioni attinenti al giudicato e di affari in materia internazionale, ma anche di misure di prevenzione". Capacità organizzative, ma anche strategiche che valgono, a dire del Tar del Lazio, la guida della procura di Milano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza