cerca CERCA
Mercoledì 22 Maggio 2024
Aggiornato: 00:29
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Firenze, aggressione davanti al liceo: Digos identifica 6 giovani

Si tratta di tre maggiorenni e tre minorenni, estranei alla scuola, appartenenti ad Azione Studentesca. Nardella incontra i ragazzi aggrediti

Immagine d'archivio (Fotogramma)
Immagine d'archivio (Fotogramma)
18 febbraio 2023 | 13.29
LETTURA: 1 minuti

Sono sei i giovani identificati dalla polizia di Stato che sarebbero coinvolti nell'aggressione a due studenti del liceo Michelangiolo avvenuta stamani, intorno alle 8, a Firenze, in via della Colonna: si tratta di tre maggiorenni e tre minorenni, estranei alla scuola, appartenenti ad Azione Studentesca.

Secondo quanto ricostruito dalla Digos della Questura, le dinamiche dell'aggressione sono legate a un volantinaggio davanti alla scuola da parte dei giovani di Azione Studentesca, che avrebbe acceso una discussione con due studenti del liceo aderenti al collettivo Sum (Studenti Uniti Michelangiolo).

Riguardo alla responsabilità per i fatti successi, i sei giovani potrebbero rispondere del reato di manifestazione non preavvisata, previsto dall'articolo 18 del Tulps, con riferimento all'attività di volantinaggio. Potrebbero rispondere anche del reato di lesioni personali, qualora vi siano i presupposti (come la presentazione della querela da parte delle vittime), oltre che di altri eventuali reati che l'autorità giudiziaria - alla quale saranno trasmetti gli atti - potrebbe ravvisare.

La scena è stata ripresa anche da un video, poi circolato in rete, che mostra un ragazzo con lo zaino a terra sull'asfalto mente in due lo prendono a calci. Durante lo scontro è intervenuta anche una docente del liceo che ha cercato di bloccare la violenza. E' stata la preside Rita Gaeta a chiamare la polizia.

Dopo l'aggressione di stamani, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, questo pomeriggio ha voluto incontrare personalmente gli studenti del liceo classico Michelangiolo per ascoltarli ed esprimere "loro vicinanza e solidarietà". L'incontro è avvenuto davanti alla scuola.

"Ringrazio la Digos che ha identificato i responsabili e mi auguro che tutti i soggetti politici condannino senza distinzioni il gesto. La violenza è intollerabile", ha commentato Nardella sui social.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza