cerca CERCA
Sabato 02 Marzo 2024
Aggiornato: 07:19
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Giulia Cecchettin, i messaggi di Filippo Turetta alla sorella: "Falle accendere il telefono"

07 dicembre 2023 | 07.28
LETTURA: 2 minuti

La chat mostrata nell'ultima puntata di 'Chi l'ha visto?': "Faglielo lasciare acceso". La replica di Elena: "Dalle un attimo di respiro"

Giulia Cecchettin e Filippo Turetta - (Fotogramma)
Giulia Cecchettin e Filippo Turetta - (Fotogramma)

"Ciao scusa, puoi far accendere il telefono alla giulia e farglielo lasciare acceso?". E' uno dei messaggo WhatsApp che Filippo Turetta scrive a Elena Cecchettin, la sorella di Giulia, la 22enne di Vigonovo uccisa dall'ex fidanzato. E quando la ragazza gli risponde con un 'No', lui aggiunge: "Perché?! No non è giusto, non può non cagarmi per tutte ste ore. Mi aveva promesso ieri che mi scriveva durante la giornata… dille almeno che le ho scritto". "Filippo dalle un attimo di respiro", scrive a questo punto Elena. E lui: "Di respiro da cosa? Mi aveva promesso che mi mandava qualche foto e video della giornata... scusa Grazie". Questa serie di messaggi sono stati mostrati durante la puntata di ieri mercoledì 6 dicembre della trasmissione 'Chi l'ha visto?'.

"Alla Giulia non piacciono le tisane", la voce di Turetta

“A lei non piacciono le tisane, anzi non le beve proprio…”, dice Turetta nell'audio mandato in onda in esclusiva da 'Chi l'ha visto'. Il 22enne sembra voler esercitare un controllo sulla festa di laurea dell'ex fidanzata che doveva essere pochi giorni dopo l’omicidio. Nell'audio, parlando degli elementi da inserire nel 'papiro di laurea', disegno ironico con caricatura che gli amici avrebbero dovuto regalarle per la laurea, Turetta dice: ''La Giulia non le ha mai bevute le tisane - dice ancora Turetta - anzi per lei sono acqua sporca. A meno che tu non mi dici che è una caratteristica della Giulia ma non mi pare proprio. Quindi possiamo anche tralasciarlo questo dettaglio che hanno scritto''.

Papà Gino: "Perdonare Filippo sarà difficile. Un abbraccio ai genitori"

Perdonare Filippo Turetta? "E' una cosa veramente difficile". Sono state le parole di Gino Cecchettin, il papà di Giulia, sulla possibilità di perdonare il giovane. "Non lo so - ha detto - un conto è non provare rabbia, il perdono è un passo ulteriore. Sarà difficile, neanche Gesù ha perdonato i suoi carnefici e ha chiesto a Dio di farlo".

"Spero che (Filippo ndr) si renda conto di quello che ha fatto e magari un giorno possa dare lui dei messaggi ad altre persone che potrebbero avere la stessa difficoltà", ha poi aggiunto mandando "un grande abbraccio" ai genitori del giovane, in carcere per l'omicidio. "Forse io tornerò a danzare sotto la pioggia, a fare un sorriso, loro faranno molta fatica quindi hanno tutta la mia comprensione e il mio sostegno", ha affermato.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza