cerca CERCA
Sabato 25 Maggio 2024
Aggiornato: 12:19
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Maltempo: 10 maggio allerta rossa in Bassa Romagna, gialla in 7 regioni

Previste piogge e piene, allerta arancione su buona parte dell'Emilia Romagna. Le regioni e province interessate

Fotogramma
Fotogramma
09 maggio 2023 | 17.03
LETTURA: 5 minuti

Il maltempo si abbatte nuovamente sull'Italia e la Protezione civile emette un avviso di allerta rossa per la Bassa Romagna, dove sono previste piogge e piene, a partire da oggi, mercoledì 10 maggio. Allerta arancione, inoltre, su buona parte dell'Emilia Romagna e gialla su Lazio, Umbria, Campania, Basilicata, Molise, Calabria, Puglia, Abruzzo, Marche, parte di Sicilia, Lombardia e Province Autonome di Trento e Bolzano.

ALLERTA ROSSA, ARANCIONE E GIALLA: LE REGIONI E PROVINCE INTERESSATE - L’arrivo di una perturbazione atlantica determinerà un progressivo peggioramento del tempo con precipitazioni su gran parte del Paese, più persistenti sulle regioni settentrionali e a carattere intermittente sulle regioni del Centro-Sud. Per la giornata di mercoledì è stata quindi valutata l'allerta rossa e arancione su buona parte dell'Emilia-Romagna e allerta gialla su alcune aree dell’Emilia-Romagna, su Lazio, Umbria, Campania, Basilicata, Molise, Calabria, Puglia, Abruzzo, Marche, parte di Sicilia, Lombardia e Province Autonome di Trento e Bolzano.

Il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le regioni coinvolte, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento. L’avviso prevede dalla serata di martedì 9 maggio precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Lombardia, in estensione a Veneto, Emilia-Romagna e Provincia Autonoma di Trento. Dal primo mattino di mercoledì si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, specie settori occidentali, in estensione a Molise, specie settori occidentali, Campania, Basilicata, specie settori tirrenici, e Calabria, specie settori tirrenici settentrionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, possibili grandinate e forti raffiche di vento.

ALLERTA ROSSA IN BASSA ROMAGNA - Più in dettaglio, l'Agenzia regionale di Protezione civile ha emanato un'allerta meteo rossa (rischio alto) per criticità idraulica che interessa anche il territorio della Bassa Romagna e che prevede l’attivazione delle massime azioni a tutela del territorio, compresa l’attivazione dei Coc (Centri operativi comunali) e il monitoraggio continuo delle situazioni critiche. Nella giornata del 10 maggio sono infatti previste piogge diffuse e persistenti su tutto il territorio regionale, anche a carattere di rovescio, con cumulate elevate sul settore centro-orientale. Si prevedono piene su tutti i corsi d'acqua del settore centro-orientale della regione, con possibile occupazione delle aree golenali, interessamento degli argini e difficoltà di smaltimento delle acque nel reticolo idrografico minore e di bonifica. Potranno verificarsi diffusi fenomeni franosi e di ruscellamento lungo i versanti, più probabili nel settore collinare/montano centro-orientale.

La criticità idraulica e idrogeologica rossa prevista è connessa alle numerose vulnerabilità ancora in atto sul territorio interessato dagli eventi del 2-3 maggio. Si ricordano inoltre le principali misure di autoprotezione da mettere in atto in caso di rischio idraulico: allontanarsi tempestivamente dalle zone allagabili, e qualora non sia possibile, recarsi ai piani più alti delle abitazioni; non accedere ai locali interrati, seminterrati o scantinati; non accedere ai sottopassi; se si è all’aperto, cercare di raggiungere il punto più alto evitando assolutamente i ponti. Si raccomanda inoltre di prestare la massima attenzione ai canali ufficiali di informazione per avere un aggiornamento costante sull'evolversi della situazione.

ALLERTA GIALLA NEL LAZIO E IN CAMPANIA - L’agenzia regionale di protezione Civile della Regione Lazio ha diramato un avviso di allerta gialla dal primo mattino e per le successive 18-24 ore. Si prevedono sulla Regione Lazio precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, specie sui settori occidentali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, possibili grandinate e forti raffiche di vento.

La Protezione ​c​ivile della Regione Campania ha quindi emanato un'allerta meteo con criticità idrogeologica di colore ​giallo per piogge e temporali valida su tutta la Campania dalle ​ore ​9 di mercoledì 10 maggio,​ alle ​ore ​9 di giovedì 11 maggio.​ "I fenomeni temporaleschi ​- si legge nell'allerta - ​saranno caratterizzati da incertezza previsionale e rapidità di evoluzione e potrebbero essere intensi nonché accompagnati da grandine, fulmini e raffiche di vento.​ Le precipitazioni quindi saranno repentine e intense e potrebbero causare caduta di rami o alberi e danni alle coperture e alle strutture provvisorie.​ L'impatto al suolo delle precipitazioni fa prevedere un rischio idrogeologico per temporali di livello ​giallo e si segnalano possibili allagamenti di locali interrati e posti al pian terreno, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua con inondazioni delle aree limitrofe, ruscellamenti, scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse. Si evidenzia anche il rischio di caduta massi e occasionali fenomeni franosi connessi a condizioni idrogeologiche del territorio particolarmente fragili anche per effetto della saturazione dei suoli​". ​ 

La Protezione ​c​ivile della Regione Campania raccomanda ai ​sindaci ​​di ​"​attivare i C​oc (​Centri operativi comunali), di verificare la corretta ricezione delle comunicazioni da parte della Sala ​o​perativa regionale, di porre in essere tutte le misure di prevenzione e mitigazione dei rischi previsti in linea con i rispettivi piani comunali nonché di monitorare la corretta tenuta del verde pubblico e delle strutture (anche provvisorie) esposte alle sollecitazioni dei venti e delle possibili grandinate​".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza