cerca CERCA
Venerdì 24 Maggio 2024
Aggiornato: 00:53
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Migranti, ancora sbarchi a Lampedusa: 2mila in 24 ore

Sono oltre 1.800 le persone ospitate nell'hotspot. Nave Emergency salva 78 persone in mare

Immagine di repertorio (Fotogramma)
Immagine di repertorio (Fotogramma)
25 marzo 2023 | 09.40
LETTURA: 2 minuti

Non si fermano gli sbarchi di migranti a Lampedusa, dove in poco più di 24 ore sono arrivate oltre 2mila persone. L'ultimo sbarco di oltre 260 persone è della notte scorsa. Negli ultimi due giorni sono state decine gli sbarchi. Sono oltre 1.800 i migranti ospiti dell'hotspot.

Solo nelle ultime ore sono arrivate oltre cento persone. La Gdf ha fermato una decina di migranti lungo la strada di Ponente e bloccato altre 41 persone. Sull'isola dei conigli i carabinieri hanno fermato più di 40 migranti.

Nave Emergency salva 78 persone in mare

Nelle prime ore di oggi la nave Life Support di Emergency ha tratto in salvo 78 persone in acque internazionali della zona Sar maltese che navigavano su un gommone di circa 12 metri. "Al momento del soccorso, il natante stava già imbarcando acqua - dice Emergency- Tra i superstiti, 3 donne, di cui una incinta di due mesi, due bambine accompagnate di 8 e 6 anni, 28 minori non accompagnati, tra cui un bambino di 9 anni. Le persone soccorse provengono da Burkina Faso, Ciad, Costa d’Avorio, Eritrea, Etiopia, Gambia, Guinea Conakry, Liberia, Niger, Nigeria, Mali, Sud Sudan, Sudan, Somalia. Si tratta per la maggior parte di Paesi dilaniati da guerre civili e da insicurezza alimentare".

“Le persone soccorse hanno viaggiato per più di 20 ore senza bere né mangiare – riporta Eliza Sabatini, infermiera a bordo della nave Life Support - Da una prima valutazione, risultano tutti debilitati e disidratati. Nelle prossime ore esamineremo i casi individuali". “Erano le 21 quando abbiamo ricevuto la segnalazione di un’imbarcazione in difficoltà in acque internazionali – afferma Emanuele Nannini, capomissione della nave Life Support –. Arrivati sul posto, abbiamo trovato il natante sovraffollato e alla deriva, senza possibilità di usare il motore perché era terminata la benzina. Il gommone riportava già danni strutturali, ovvero aveva i tubolari quasi sgonfi. Abbiamo informato tutte le autorità e iniziato subito le attività di soccorso”.

“Il natante si trovava in acque internazionali della zona ricerca e soccorso maltese – prosegue Emanuele Nannini –. Malta, pur essendo stata informata immediatamente, non ha coordinato le attività di soccorso né offerto un porto di sbarco sicuro. Ci sono appena state segnalate altre due imbarcazione in difficoltà a 3 ore di navigazione dalla nostra posizione e stiamo andando ad assisterle nella rotta verso nord in coordinamento con le autorità italiane”.

Emergency: "Ci sono altre due imbarcazioni alla deriva"

"Ci sono appena state segnalate altre due imbarcazioni in difficolta' a tre ore di navigazione dalla nostra posizione e stiamo andando ad assisterle nella rotta verso nord in coordinamento con le autorita' italiane". Così Emergency.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza