cerca CERCA
Venerdì 23 Febbraio 2024
Aggiornato: 08:03
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Omicidio Cerciello, pg: "Ucciso in 20 secondi con 11 coltellate"

10 febbraio 2022 | 12.19
LETTURA: 2 minuti

La requisitoria del pg Saveriano: "Cerciello e Varriale si sono qualificati come 'carabinieri'"

Adnkronos
Adnkronos

La vicenda che ha portato all'omicidio di Mario Cerciello Rega "si consuma in 15/20 minuti, ma il delitto in 20 secondi. Sono 11 fendenti in 15/20 secondi con un coltello da 18 centimetri". Lo ha detto il sostituto procuratore generale Vincenzo Saveriano nella sua requisitoria davanti ai giudici della corte d’Assise d'Appello di Roma al processo per l'omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri ucciso il 26 luglio 2019 davanti ad un hotel in zona Prati, nella Capitale.

"Cerciello Rega a Roma quella tragica sera fu chiamato dai colleghi perché era uno dei più esperti nella repressione della criminalità, individuava i soggetti ed eseguiva gli arresti, chiamano la pattuglia in borghese Cerciello-Varriale. Ma soprattutto Cerciello, perché era di lui che tutti si fidavano" ha sottolineato Saverianone.

"Cerciello e Varriale si sono qualificati come 'carabinieri'" il giorno dell'omicidio, ha detto ancora il pg Saveriano. "E lo stesso Natale Hjorth a riconoscere che Varriale ha detto 'carabinieri' - ha spiegato- lo trovate nel verbale di interrogatorio davanti ai due pubblici ministeri".

E ancora: "Natale sapeva benissimo del coltello di Elder. Lo sapeva ed era preoccupato". "Una frase pesa come un macigno sulle sue spalle e dimostra che fosse consapevole che Elder aveva il coltello, Natale dice ‘basta, è abbastanza’ dopo l’aggressione mortale a Cerciello, quindi ha visto la scena dell’accoltellamento e non ha avuto neanche un momento di stupore" ha sottolineato. "Natale temeva che Brugiatelli potesse farsi accompagnare da qualcuno, per questo con l’amico si sono armati – ha aggiunto-. Natale sapeva del coltello perché Elder gliel’aveva fatto vedere il giorno prima".

"Natale ha fatto il sopralluogo prima dell’incontro, ha organizzato tutto e ha contribuito all’azione di Elder – ha spiegato Saveriano - Quando ha sentito Varriale (collega di Cerciello, ndr) dire ‘carabinieri!’, come lui stesso ha ammesso, non ha fatto nulla per fermarsi, o fermare l’amico mentre accoltellava Cerciello. Se Natale si fosse fermato, se avesse detto all’amico di fare altrettanto, forse Cerciello sarebbe sopravvissuto. Invece non si è fermato".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza