cerca CERCA
Venerdì 12 Aprile 2024
Aggiornato: 19:40
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Serena Mollicone, riaperto il processo per l'omicidio

26 ottobre 2023 | 14.27
LETTURA: 2 minuti

Nel processo sono imputati il maresciallo Mottola, il figlio Marco la moglie Annamaria e i carabinieri Quatrale e Suprano. Il legale dei Mottola: "Replicheremo punto per punto"

Serena Mollicone - Fotogramma
Serena Mollicone - Fotogramma

Si riapre il processo per l'omicidio di Serena Mollicone, la 18enne di Arce uccisa nel 2001. "La richiesta di rinnovazione di istruttoria è ammissibile", infatti, la decisione della prima Corte d'Assise d'appello di Roma sulla richiesta avanzata dal procuratore generale nell'ambito del processo di secondo grado. Nel processo sono imputati il maresciallo dei carabinieri Franco Mottola, all'epoca dei fatti comandante della caserma di Arce, il figlio Marco, la moglie Annamaria, e i carabinieri Vincenzo Quatrale e Francesco Suprano. Al momento sono stati ammessi i consulenti tecnici mentre successivamente si deciderà se sentite anche i testimoni.

Nel dettaglio, i giudici della prima Corte d'Assise d'Appello di Roma, presieduta da Vincenzo Capozza, si sono ritirati oggi in Camera di Consiglio per decidere sulla richiesta di riaprire l'istruttoria dibattimentale e sentire 44 testimoni, come richiesto dal procuratore generale.

Lo zio di Serena: "Ora chi sa dica la verità"

"Siamo contenti, dopo 22 anni vogliamo che si faccia sempre più luce su questo caso e che si ascolti il contributo di tutti. Perché avere preclusioni? Noi non le abbiamo mai avute: chi sa la verità la dica, in questo modo i giudici potranno interpretare". Lo ha detto Antonio Mollicone, lo zio di Serena.

L'avvocato dei Mottola: "Replicheremo punto per punto"

Di segno opposto la reazione del pool della Difesa della famiglia Mottola che in udienza aveva definito le richieste di rinnovazione dell'istruttoria ''inammissibili e inaccettabili''. "La Corte ha deciso di rinnovare l'istruttoria dibattimentale contro le nostre indicazioni. Non riteniamo che questa scelta sia giuridicamente legittima però ne prendiamo atto - ha detto l'avvocato Mauro Marsella - Replicheremo punto punto alle osservazioni che emergeranno in udienza sia sui consulenti che sono stati indicati dalla pubblica accusa sia anche attraverso i nostri consulenti".

Legale parte civile: "Riapertura non è frequente, soddisfatti"

"Non è così frequente la riapertura di un processo, evidentemente la Corte vuole rendersi conto dell'attendibilità" della sentenza di primo grado. Lo dice l'avvocato Sandro Salera, legale di parte civile di Consuelo Mollicone, sorella di Serena, esprimendo soddisfazione per la riapertura dell'istruttoria. "Si parte con i consulenti tecnici e poi vedremo nelle altre udienze", aggiunge.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza