cerca CERCA
Domenica 14 Aprile 2024
Aggiornato: 17:06
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Terremoto in Umbria, forte scossa anche a Perugia

09 marzo 2023 | 16.26
LETTURA: 5 minuti

La terra trema ancora con magnitudo 4.6, dopo la prima scossa con epicentro a Umbertide dove sono 30 gli sfollati e alcuni edifici sono stati danneggiati. Chiuse le scuole in diversi centri

L'area del sisma  ripresa con l'elicottero dei Vigili del Fuoco
L'area del sisma ripresa con l'elicottero dei Vigili del Fuoco

Nuova scossa di terremoto oggi in Umbria nella zona di Perugia. Il terremoto di magnitudo 4.6 è stato registrato alle 20.08 in una zona a 6 chilometri da Umbertide, sempre in provincia di Perugia, dalla Sala Sismica Ingv-Roma. La prima questo pomeriggio alle 16.05 con magnitudo 4.4 ed epicentro Umbertide. "Sono in riunione con la Protezione Civile, sono in corso verifiche per valutare eventuali danni" dice all'Adnkronos Luca Carizia, sindaco di Umbertide, subito dopo la nuova scossa di terremoto che è stata registrata alle 20.08.

Altre tre nuove scosse, tutte lievi, sono state registrate a Umbertide, in provincia di Perugia, dopo la seconda. L'ultima, di magnitudo 2.6, è stata registrata dalla Sala Sismica Ingv-Roma alle 20.35.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia dopo le scosse, risultano 30 sfollati nel comune di Umbertide e piccoli danni ad alcuni edifici. Cinque persone hanno riportato ferite lievi durante l’allontanamento dalle case. Il volontariato di protezione civile è al lavoro nel montaggio di tende e nell’allestimento di posti letto in alcune palestre, in grado di accogliere i cittadini che non vogliono trascorrere la notte nelle loro abitazioni.

Alle ore 22.30 si è riunita l’Unità di crisi del Dipartimento in collegamento con il territorio e le Strutture operative per fare il punto della situazione. Il Dipartimento continuerà a seguire l’evoluzione degli eventi in stretto contatto con le autorità locali.

"A seguito del nuovo evento sismico registrato in serata alle 20.08 in provincia di Perugia dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, con magnitudo 4.6, sono in corso le verifiche della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile in contatto con le strutture locali del Servizio Nazionale della protezione civile per accertare ulteriori danni oltre a quelli già segnalati a seguito della scossa precedente" scrive in una nota la Protezione Civile.

REGIONE UMBRIA - La prima "scossa è stata percepita intorno alla città di Umbertide, stiamo monitorando attraverso la Protezione Civile e sembra non ci siano stati danni" dice all'Adnkronos Donatella Tesei, presidente della Regione Umbria."Circoscritta, ma percepita, io l'ho avvertita qui nel mio ufficio a Perugia. Ho pensato che speriamo non sia nulla, perché stiamo ancora gestendo la ricostruzione dal terremoto del 2016, poi c'è stata la pandemia, insomma stiamo gestendo tutta una serie di complessità". "Importante che non ci siano danni né alle persone né alle cose. Stiamo monitorando con la Protezione Civile - ribadisce -, ma al momento sembra sia tutto tranquillo. Mi arrivano continuamente rassicurazioni da parte della Protezione Civile, quindi, speriamo sia solo paura e niente di più".

SINDACO UMBERTIDE - Per quanto riguarda la prima scossa, dice all'Adnkronos Luca Carizia, sindaco di Umbertide, "è stata unica, breve ma intensa, l'abbiamo sentita bene, ma fortunatamente non ha comportato allo stato attuale danni visibili". "Stiamo monitorando bene la situazione, ma intanto abbiamo predisposto un'ordinanza per cui le scuole saranno chiuse domani e dopodomani. Abbiamo aperto il centro operativo comunale in modo che la Protezione Civile sia continuamente allertata e siamo qui in Comune, valutando la situazione in termini generali: resteremo qui tutta la notte per capire bene il da farsi". "La paura, ovviamente, c'è sempre, ci siamo un po' spaventati tutti. Noi eravamo negli uffici tecnici del Comune, stavamo guardando un progetto quando abbiamo sentito forte la scossa. Gli edifici strategici, come scuole e ospedali, non risultano al momento danneggiati - continua - dal sopralluogo fatto. Ma verificheremo meglio nelle prossime ore".

SCUOLE CHIUSE ANCHE A PERUGIA, CANNARA E GUBBIO - "Si comunica che, in considerazione della scossa di terremoto registrata nel pomeriggio di oggi, giovedì 9 marzo, è stata decisa la chiusura a scopo precauzionale di tutte le scuole di ogni ordine e grado per venerdì 10 e sabato 11 marzo". Lo rende noto l'amministrazione comunale di Perugia, specificando che "La chiusura è stata disposta con ordinanza sindacale n. 392 del 9/03/2023 in modo da procedere in via cautelativa a sopralluoghi per verificare eventuali danni e lesioni alle strutture sedi di istituti scolastici, pubblici e privati di ogni ordine e grado, comprese strutture per la prima infanzia, università, e istituti di alta formazione, e garantire, per quanto di competenza, le condizioni di sicurezza per lo svolgimento delle attività didattiche".

"In considerazione della nuova scossa di terremoto avvertita pochi minuti fa, ci vediamo costretti a chiudere le scuole a titolo precauzionale", scrive su Facebook Fabrizio Gareggia, sindaco di Cannara, in provincia di Perugia.

In via del tutto precauzionale, in modo da permettere ai tecnici di fare tutte le verifiche del caso, domani mattina tutte le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Gubbio resteranno chiuse. E' quanto rende noto l'amministrazione comunale.

PAURA E GENTE IN STRADA - "La prima scossa è durata pochi secondi, quando l'abbiamo avvertita eravamo fuori dal convento per le benedizioni pasquali in giro per le case" dice all'Adnkronos Padre Claudio Peraro, viceparroco della parrocchia convento Santa Maria della Pietà, a Umbertide. "Lo spavento c'è stato, abbiamo fatto una preghiera e quando siamo scesi per andar via abbiamo visto la gente in strada, abbiamo parlato un po' con tutti ma non risultano al momento conseguenze".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza