cerca CERCA
Mercoledì 22 Maggio 2024
Aggiornato: 22:21
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Allerta meteo rossa in Veneto, Zaia: "Situazione sotto controllo"

Criticità a Vicenza, scuole chiuse nella città e in diversi comuni. Le previsioni per oggi nella Regione, cosa dice la Protezione Civile

Luca Zaia - Fotogramma
Luca Zaia - Fotogramma
28 febbraio 2024 | 08.15
LETTURA: 4 minuti

E' allerta meteo rossa oggi, mercoledì 28 febbraio, in Veneto a causa dell'ondata di forte maltempo che sta interessando la regione ormai da 24 ore con il rischio di innalzamento dei fiumi e conseguenti inondazioni. A Vicenza e nei comuni di Longare, Grumolo delle Abbadesse, Nanto, Castegnero, Torri di Quartesolo, Quinto Vicentino Montegalda resteranno quindi chiuse le scuole di ogni ordine e grado.

La decisione, che riguarda anche tutte le palestre e gli impianti sportivi comunali, è stata presa a scopo precauzionale al fine di non congestionare le strade che devono essere lasciate quanto più possibile libere per consentire il pronto intervento dei mezzi di protezione civile e di soccorso.

Il gestore del servizio ferroviario ha interrotto inoltre nella giornata di ieri tre linee a seguito dell'innalzamento del fiume Retrone a Vicenza: si tratta della Vicenza-Padova con attestamenti dei treni a Grisignano e trasbordo/servizio svolto da 2 bus a spola fino a Vicenza; la Vicenza-Schio fino a Cavazzale dove effettua servizio a spola un bus fino a Vicenza; la Vicenza-Treviso da San Pietro in Gù da dove effettua servizio a spola un bus fino a Vicenza.

Vicenza, il sindaco: "Situazione critica"

A Vicenza "la situazione è critica. Ci sono allagamenti importanti in particolare nella zona del Retrone. Evitate in tutta la città interrati e sottopassi. Limitate gli spostamenti per consentire interventi di soccorso e protezione civile", spiega in un aggiornamento su Facebook il sindaco Giacomo Possamai. Chiuse la tangenziale est e numerose altre strade nella città.

"In particolare continua a dare preoccupazione il fiume Retrone. Il Coc è rimasto riunito tutta la notte Ci sono segnalazioni di allagamenti, soprattutto di cantine in alcune zone della città, stiamo seguendo e monitorando la situazione con la presenza della Protezione civile e dei Vigili del fuoco. Varie strade sono allagate e sono state chiuse", spiega Possamai, invitando i cittadini a "segnalare criticità" e a "limitare al massimo gli spostamenti salvo necessità assolute ed evitare di andare negli scantinati, soprattutto nelle zone vicine ai fiumi. C'è la massima attenzione anche da parte della Regione e della Provincia, è arrivato l'assessore regionale Bottacin", conclude il sindaco di Vicenza.

Zaia chiede lo stato di crisi: "Situazione sotto controllo"

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha intanto chiesto lo stato di crisi per il maltempo che ha colpito la regione. Lo ha annunciato lui stesso nel corso di una conferenza stampa presso la sede della Protezione civile per fare il punto sulla situazione. "Poi vediamo se da Roma ci danno i soldi, ma noi intanto li chiediamo", ha aggiunto, sottolineando che "è stato un evento che pesa non poco anche per le sue caratteristiche, un grande evento alluvionale, vicino a quello che è stato l'alluvione Vaia" e che "senza le opere di contenimento realizzate sarebbe stato un altro disastro".

Difficoltà particolari si sono registrate a Vicenza dove "abbiamo tolto almeno 3 milioni di metri cubi d'acqua', e in provincia di Padova e di Verona. "Spero si vada verso la normalità, spero che si riaprano le linee ferroviarie. Ci sono i presupposti per dire che la situazione è sotto controllo", ha assicurato, rivolgendo un "appello a evitare gesti eroici: i curiosi creano impiccio e possono creare guai".

Le previsioni per oggi nella Regione: fiumi a rischio

La Protezione Civile Veneto, per la giornata di oggi, segnala "tempo inizialmente ancora perturbato con tendenza a divenire variabile o a tratti instabile, con precipitazioni in progressivo diradamento a partire dal primo pomeriggio; limite delle nevicate in probabile ulteriore leggero rialzo. Si segnala in particolare il possibile innesco di frane e colate rapide sui settori montani, pedemontani, collinari per le zone in allerta rossa (bacini Piave Pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone). Probabile rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque piovane e allagamenti di locali interrati e/o sottopassi".

"Innalzamenti diffusi dei livelli della rete idrografica secondaria che per le zone in allerta rossa potranno risultare rilevanti e con estese inondazioni e diffuso trasporto di sedimenti. Nelle zone in allerta idraulica innalzamento significativo dei livelli dei corsi d’acqua principali, con probabile superamento della seconda soglia idrometrica e inondazione delle aree limitrofe e golenali su Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Piave Pedemontano e Basso Brenta -Bacchiglione. La criticità idraulica rossa in Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone (Vene-B) è riferita ai livelli osservati e attesi lungo l'asta del fiume Retrone", conclude la nota.

Vigili del Fuoco al lavoro

Prosegue intanto il lavoro dei Vigili del Fuoco per il maltempo che da ieri interessa il Veneto: oltre 60 i soccorsi svolti. E' monitorato il livello del fiume Retrone a Vicenza e nella notte è stato rimosso un albero che ostruiva il corso del fiume Bacchiglione, sempre a Vicenza. Lo riferiscono i Vigili del Fuoco su X.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza