cerca CERCA
Giovedì 22 Febbraio 2024
Aggiornato: 04:41
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Alitalia, raggiunto accordo su licenziamenti: uscite solo su base volontaria

07 dicembre 2023 | 21.04
LETTURA: 2 minuti

I commissari straordinari della compagnia e i sindacati di categoria hanno firmato l'intesa

(Fotogramma/Ipa)
(Fotogramma/Ipa)

Accordo raggiunto sui licenziamenti dei dipendenti, ora in cassa integrazione a zero ore, di Alitalia in amministrazione straordinaria. Dopo un lungo confronto cominciato questa mattina alle 9, i commissari straordinari della compagnia e i sindacati di categoria hanno firmato l’intesa che prevede la possibilità da parte dei dipendenti di non opporsi al licenziamento e, su base volontaria, di uscire dal regime di cassa integrazione straordinaria per entrare in quello della Naspi.

L’accordo riguarda 2668 dipendenti considerati in esubero per i quali il primo dicembre scorso è partita la procedura di licenziamento collettivo secondo quanto previsto dalle legge 223 del 1991. Il passaggio dalla cigs alla Naspi prevede anche l’integrazione salariale del Fsta, il fondo straordinario del trasporto aereo. I lavoratori che intendono aderire all’accordo dovranno comunicarlo entro il 22 dicembre prossimo per entrare così nella Naspi a partire dal 2024. Chi deciderà, invece, di non aderire all’accordo rimarrà in regime di cigs, che secondo quanto previsto dal dl Asset, è stata prorogata a fine ottobre 2024.

Dei 2668 lavoratori in cassa integrazione a zero ore, come indica la tabella allegata al verbale dell’accordo, 469 unità sono nel settore ground, 111 nella manutenzione, 280 personale di staff, 293 piloti e 1515 assistenti di volo. Complessivamente, Alitalia in amministrazione straordinaria conta 2840 addetti. Ai 2668 lavoratori sospesi in cig, infatti, vanno aggiunti 172 impiegati dall’amministrazione straordinaria per le esigenze connesse al completamento del programma, la cui data di ultimazione è fissata al 15 gennaio 2024.

L’accordo è stato firmato dalle sigle sindacali di categoria Filt Cgil, Filt Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Anpac, Anpav e Usb.

La nota dei sindacati

“Firmato accordo su esodo volontario". A darne notizia unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo al termine dell’esame congiunto previsto dalla procedura 223 per la riduzione di personale dipendente di Alitalia in amministrazione straordinaria e Alitalia city Liner, spiegando che "di conseguenza è stato bloccato l'invio coatto delle lettere di licenziamento".

“Sono interessati dall'accordo - sottolineano i sindacati - soprattutto coloro che maturano requisiti pensionistici nei prossimi 2 anni ma anche coloro i quali pur non raggiungendo i requisiti pensionistici, sempre volontariamente, comunicheranno di voler essere collocati in Naspi integrata dal Fondo straordinario del trasporto aereo all’80%. Gli interessati dovranno manifestare il proprio interesse entro il 20 dicembre".

"Con questo accordo - proseguono i sindacati - confermiamo la richiesta fatta al Governo di estensione della cigs a tutto il periodo 2024/2025 per permettere così il recupero sui posti di lavoro di tutto il personale non interessato dagli esodi volontari”.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza