cerca CERCA
Giovedì 29 Febbraio 2024
Aggiornato: 04:12
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Commercio, Osservatorio SumUp: per 6 esercenti su 10 bene inclusività

26 maggio 2023 | 12.34
LETTURA: 2 minuti

"Adottare misure di inclusività economica e food diversity è fondamentale per la crescita di un’attività commerciale"

Commercio, Osservatorio SumUp: per 6 esercenti su 10 bene inclusività

Adottare misure di inclusività economica e food diversity è fondamentale per la crescita di un’attività commerciale: maggiore accessibilità, infatti, significa raggiungere più ampie fasce di pubblico e nuove opportunità di vendita. Ne sono convinti 6 esercenti su 10, secondo i quali ampliare e diversificare la propria offerta per andare incontro alle esigenze dei clienti porta vantaggi in termini di business. Ma non solo: rendersi accessibili e inclusivi comporta anche maggiore fidelizzazione del pubblico (secondo il 44,7% degli esercenti), aumento dei guadagni (22,8%) e sviluppo di una migliore reputazione (secondo il 18,5%).

Questo quanto emerge dall’Osservatorio sulla Inclusivity in Business Activities che SumUp ha condotto tra gli esercenti di cui è partner. – L'azienda di tecnologia finanziaria - che serve oltre 4 milioni di small merchant in 4 nazioni (Italia, Regno Unito, Francia e Germania) - spiega che obiettivo dell’indagine è analizzare il ruolo che i commercianti, in particolare quelli del comparto HoReCa, attribuiscono alla diversificazione della propria offerta e quali sono i principali strumenti messi in campo per favorire i consumatori. Tre gli ambiti in cui l’Italia si dimostra particolarmente virtuosa: inclusività economica, sostenibilità e food diversity.

Umberto Zola, Growth Marketing Lead di SumUp, commenta così i risultati del sondaggio: "L’attenzione all’inclusione è un tema sempre più centrale per micro e small merchant, anche come conseguenza di un effettivo impatto positivo che può avere sul business". Per il manager "ascoltare i bisogni dei clienti e rispondere con azioni concrete premia esercenti e ristoratori, in particolare con una maggior fidelizzazione".

Zola rimarca inoltre che "l'attenzione alla sostenibilità, alle diversità alimentari e alla riduzione del potere d’acquisto, diventa quindi un elemento di vantaggio competitivo per le attività commerciali, e allo stesso tempo un messaggio valoriale forte". Secondo i dati, infatti, la maggioranza dei commercianti italiani (65%) adotta politiche commerciali atte a sostenere i consumatori a basso reddito. Tra queste: sconti (40%), promozioni (32%), e offerte per gli studenti (9,7%).

Ma, aggiungono gli analisti dell'Osservatorio "promuovere un modello di business inclusivo significa anche prestare attenzione alla sostenibilità, per esempio attraverso misure anti-spreco e volte a favorire il riciclo sostenibile dei materiali di scarto. Inoltre, rispetto ai colleghi britannici, tedeschi e francesi, l’Italia spicca per l’approccio inclusivo alla ristorazione, con l’HoReCa sempre più attento a intolleranze e regimi alimentari non convenzionali come vegetariani e vegani".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza