cerca CERCA
Sabato 02 Marzo 2024
Aggiornato: 07:49
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Dalle Regioni ok a riparto Fondo sanitario nazionale 2017

23 febbraio 2017 | 13.55
LETTURA: 2 minuti

(Fotogramma) - FOTOGRAMMA
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Via libera delle Regioni al piano di riparto del Fondo sanitario nazionale 2017. Le Regioni hanno trovato la quadra nel corso della Conferenza dei governatori di oggi e hanno raggiunto l'accordo all'unanimità.

Il Fsn sarà quest'anno di 112,578 mld di euro. Dai 113 mld inizialmente previsti, infatti, sono stati decurtati 422 mln di euro: si tratta di una parte di manovra che gravava sulle Regioni a statuto speciale ma che in assenza di accordi tra governo e queste ultime, che hanno fatto ricorso alla Consulta,‎ è ricaduta sulle Regioni a statuto ordinario.

E' stata una "discussione robusta ma molto positiva" ha commentato il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini. "Abbiamo trovato l'accordo tra tutte le venti Regioni - ha detto - un risultato importante che come auspicavo è stato raggiunto prima della fine di febbraio".

"E' una particolare soddisfazione in primo luogo per l'unanimità della decisione e in secondo luogo perché, per il secondo anno consecutivo, facciamo il riparto all'inizio dell'anno e non alla fine - ha proseguito Bonaccini - Questo per le Regioni significa poter programmare le risorse che arrivando prima possono dare seguito a quello che avevamo deciso con il ministero sul nuovo piano vaccinale, i nuovi Lea e altre priorità".‎

Bonaccini ha poi spiegato che è stato "inserito un contributo aggiuntivo per le popolazioni delle quattro Regioni colpite dal terremoto". Le Regioni hanno infatti stabilito di attribuire 10 mln di euro del Fsn alle Regioni colpite dal sisma. "Abbiamo inserito anche il criterio che tiene conto della deprivazione e dell'incidenza della vecchiaia sulla popolazione", ha aggiunto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza