cerca CERCA
Venerdì 24 Maggio 2024
Aggiornato: 00:53
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Farmaci: malati epatite a governo, serve fondo speciale per salvavita

04 novembre 2014 | 13.40
LETTURA: 3 minuti

Una pagina sul quotidiano 'La Repubblica' per chiedere ai ministri del governo Renzi e allo stesso premier un Fondo speciale per acquistare i farmaci salvavita. A firmare l'avviso a pagamento sono le associazioni Epac onlus, Lila, Nadir, Plus e Ace, che raccolgono malati di epatite e Hiv, per "dar voce alle centinaia di migliaia di persone malate e familiari che ogni giorno devono subire le nefaste conseguenze dell'epatite C". Per dare una speranza ai malati e porre fine ai 20 funerali che si celebrano ogni giorno "serve subito un fondo dedicato di 700 milioni per il prossimi 10 anni", dicono le associazioni.

"In Italia si stimano 300-500 mila casi diagnosticati di pazienti con epatite C", di cui diversi "con malattia molto avanzata". E ogni giorno "muoiono 20-25 persone a causa di cirrosi epatica e tumore al fegato, riconducibili per almeno il 70% all'epatite C. E' una strage che si può e si deve fermare immediatamente. Si stima, inoltre, che un altro milione di cittadine e cittadini debbano ancora scoprire di avere l'infezione. Da questa temibile malattia oggi si può guarire, grazie a farmaci di nuova generazione, che però hanno prezzi elevati. La trattativa per il primo di questi super-farmaci è stata conclusa, ma ora serve un finanziamento speciale, ha dichiarato il direttore dell'Agenzia italiana del farmaco, Luca Pani. Altri due farmaci sono in fase di valutazione da parte di Aifa, e altrettanti saranno presto approvati dalle autorità europee competenti", ricordano le associazioni.

"L'accesso a queste terapie innovative ci darà la possibilità di spazzare via un'intera patologia dal nostro Paese nei prossimi anni. Si tratta di un fatto storico, inimmaginabile sino a qualche anno fa, ma che mai sarà realizzato senza azioni mirate. Curare tutte le persone con epatite C significa anche risparmiare svariati miliardi di euro", spesi per gestire le conseguenze della malattia di non curata. Dalle giornate di lavoro persone, ai costi indiretti sostenuti da malati e famiglie. "Nessun'altra malattia cronica si può riscontrare un rapporto costo beneficio così vantaggioso in termini di salute, anni di vita produttivi per la società guadagnata e denaro pubblico risparmiato attraverso queste terapie".

I farmaci innovativi, "molto efficaci e con effetti collaterali poco significativi ci sono, ma servono soldi dedicati per comprarli e curare tutti, al fine di evitare odiose disparità nell'accesso tra le cittadine e i cittadini con epatite C. A nome di tutte le persone affetta da epatite C - concludono le associazioni - chiediamo un fondo speciale per acquistare i farmaci salvavita".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza