cerca CERCA
Mercoledì 28 Febbraio 2024
Aggiornato: 10:01
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Giappone, le nascite sono al minimo da 40 anni

14 marzo 2023 | 13.00
LETTURA: 2 minuti

Il Giappone ha avuto 799.728 nascite nel 2022, il numero più basso mai registrato e il primo calo in assoluto sotto gli 800mila

Giappone, le nascite sono al minimo da 40 anni

Un nuovo record negativo per il Giappone: il numero di nascite registrate è crollato ad un nuovo minimo storico nonostante gli sforzi del governo per invertire la curva demografica.

Il Giappone ha avuto 799.728 nascite nel 2022, il numero più basso mai registrato e il primo calo in assoluto sotto gli 800mila, secondo le statistiche rilasciate dal Ministero della Salute. Le nascite si sono quasi dimezzate negli ultimi 40 anni; al contrario, il Giappone ha registrato più di 1,5 milioni di nascite nel 1982.

Il Giappone ha anche riportato un record di morti ai massimi dal secondo dopoguerra: oltre 1,58 milioni sono stati i decessi nel 2022.

Le morti hanno superato le nascite in Giappone per più di un decennio, ponendo un problema crescente per i leader della terza economia più grande del mondo.

La popolazione del Giappone è in costante declino dal suo boom economico degli anni '80 e si è attestata a 125,5 milioni nel 2021, secondo i dati più recenti del governo.

Il suo tasso di fertilità di 1,3 è molto al di sotto del tasso di 2,1 necessario per mantenere una popolazione stabile, in assenza di immigrazione.

Il Paese ha anche una delle più alte aspettative di vita al mondo; nel 2020, quasi una persona su 1.500 in Giappone aveva 100 anni o più.

L'alto costo della vita del Giappone, lo spazio limitato e la mancanza di assistenza all'infanzia nelle città rendono difficile crescere i figli, il che significa che meno coppie hanno figli.

Nel 2022, il Giappone è stato classificato come uno dei luoghi più costosi al mondo per crescere un bambino, secondo una ricerca dell'istituto finanziario Jefferies. Eppure, l'economia del Paese è in stallo dall'inizio degli anni '90, il che significa salari bassi e poca mobilità verso l'alto.

Il reddito familiare medio annuo reale è sceso da 6,59 milioni di yen (50.600 dollari) nel 1995 a 5,64 milioni di yen (43.300 dollari) nel 2020, secondo i dati del 2021 del Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza