cerca CERCA
Lunedì 04 Marzo 2024
Aggiornato: 17:54
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Report Ambrosetti, con edifici intelligenti si risparmiano circa 14 miliardi

04 maggio 2023 | 14.59
LETTURA: 2 minuti

Investire sulla riconversione e il rinnovamento degli edifici, è un’importante opportunità per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione e i target energetici previsti a livello europeo. È quindi più che mai urgente avviare la riconversione in chiave efficiente e smart: riconvertire, dove possibile e conveniente, gli edifici italiani dotandoli di tecnologie efficienti e smart consentirebbe infatti di ridurre i consumi energetici del 20-24% all’anno, mentre quelli idrici del 4-5%. In questo modo si taglierebbe tra il 19 e il 28% delle emissioni di Co2 del settore edilizio. A dirlo sono i risultati del 'rapporto strategico della prima edizione della Community Smart Building', la piattaforma di confronto di alto livello avviata da The European House – Ambrosetti nel 2022.

In termini economici The European House-Ambosetti calcola un risparmio complessivo tra i 12 e i 14 miliardi di euro (considerando 10,8-11,9 miliardi per consumi energetici e 1,6-1,8 miliardi per quelli idrici) a livello di Sistema-Paese, pari a circa il 20-22% delle spese per consumi energetici delle famiglie italiane nel 2022. Questo si tradurrebbe ogni anno in un risparmio netto complessivo pro-capite circa pari a 230 Euro.

“Investire nell’edificio Intelligente rappresenta una priorità, sia per poter rispettare gli obiettivi di decarbonizzazione, sia per cogliere tutti i benefici in termini di economici, ambientali e sociali”, sottolinea Lorenzo Tavazzi, Partner di The European House - Ambrosetti e responsabile della Community Smart Building. “Lo Smart Building rappresenta quindi uno strumento di efficienza e decarbonizzazione e allo stesso tempo è un elemento abilitante delle Smart City. In questo senso, l'Italia ha competenze di eccellenza nella catena del valore estesa degli Smart Building (ad esempio per le costruzioni, il design, il materiale elettrico), questo sviluppo può rappresentare un’importantissima opportunità industriale e di competitività per il nostro Paese. Per favorire questa ‘rivoluzione’ è necessario identificare gli standard associati, così da poter affermare una definizione univoca di edificio intelligente e un modello equilibrato e di lungo periodo di sostegno agli investimenti con una governance integrata e coordinata delle competenze di policy”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza