cerca CERCA
Sabato 18 Maggio 2024
Aggiornato: 12:58
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Salvini e nuovo codice della strada: stop patente per uso cellulare, droga

Il ministro illustra le nuove norme

Salvini e nuovo codice della strada: stop patente per uso cellulare, droga
27 giugno 2023 | 21.40
LETTURA: 3 minuti

Revoca della patente per chi usa il cellulare mentre guida e per chi si mette al volante sotto l'effetto di droga. Sospensione della patente per sorpasso azzardato e circolazione contromano. Stop agli autovelox per fare cassa. Nuove regole per i monopattini. Matteo Salvini, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, illustra il nuovo codice della strada dopo il via libera al ddl sulla sicurezza stradale. ''Sono contento perché il consiglio dei ministri ha dato via libera a un provvedimento che potrà essere arricchito ed emendato in parlamento. Obiettivo che sia norma entro l'autunno'', dice Salvini.

''Da ministro e da genitore mi piace sottolineare l'assoluto giro di vite, con tolleranza zero, per chi guida in stato di ubriachezza o sotto effetto di droghe. Chiunque utilizzi droghe e viene trovato positivo, ha la revoca della patente fino a tre anni. Quindi il messaggio molto chiaro è: se ti stronchi di canne o ti impasticchi, o sniffi a tempo perso e ti metti al volante io ti ritiro la patente e fino a 3 anni non la rivedi più'', afferma in conferenza stampa.

Per chi utilizza il cellulare mentre guida ''non ci sarà solo la decurtazione dei punti ma ci sarà la sospensione della patente, visto che il 15% degli incidenti è figlio della distrazione dovuto alle chat o whatsapp''.

Per la circolazione contromano, il sorpasso azzardato, il mancato utilizzo dei sistemi di sicurezza dei bambini ''non ci sarà più solo la decurtazione dei punti della patente, che purtroppo spesso in passato ha coinvolto la mamma, la cugina, la sorella, la cognata di chi veniva multato. Anche in questo caso c'è la sospensione della patente''.

''Il cdm ha dato mandato al ministero delle Infrastrutture di emanare un regolamento, che stiamo già studiando, per mettere ordine nella giungla degli autovelox''. Utilizzare i misuratori di velocità ''per fare cassa, come comune, non sarà più possibile'', aggiunge. Il Mit sta lavorando per ''una omologazione nazionale, per evitare l'anarchia dell'autovelox fai da te. Ho chiesto agli uffici di predisporre anche delle localizzazioni adatte per tutelare l'incolumità, la vita e la sicurezza, dove poter posizionare gli autovelox''. Allo stesso tempo saranno anche individuate ''localizzazioni che non verranno indicate come prioritarie per la scurezza e la salute pubblica, ovverosia piazzarti l'autovelox dove improvvisamente la velocità scende da 90 chilometri a 50 chilometri''.

''Per quanto riguarda i monopattini, su qualche giornale leggo che saremo eccessivamente restrittivi, ricordo che dal primo settembre non ci sono più in giro per parigini, dopo un referendum. Qua ciascuno potrà usarlo come crede, saranno disattivati e impossibili da usare fuori dal perimetro urbano, ci sarà un limite di velocità, il casco e l'assicurazione obbligatoria -spiega- Sulle due ruote, non c'è nessuna incombenza in più per i ciclisti, nessun obbligo in più rispetto alla normativa, anzi. Si sta studiando, con la polizia stradale, una distanza di sicurezza sotto la quale non è possibile superare le biciclette''.

''Per quello che riguarda la sosta e l'impianto sanzionatorio, c'è una delega al mio ministero per fare una riforma complessiva, perché alcuni importi delle sanzioni, alcune spese di notifica, a proposito di digitalizzazione, avere decine di euro di costo sulla multa per la spesa di notifica è fuori dal mondo nel 2023'', dice ancora.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza