cerca CERCA
Martedì 23 Aprile 2024
Aggiornato: 16:10
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Volkswagen, Altroconsumo annuncia ricorso in Cassazione in class action su dieselgate

14 dicembre 2023 | 18.10
LETTURA: 2 minuti

Volkswagen, Altroconsumo annuncia ricorso in Cassazione in class action su dieselgate

Altroconsumo ricorda che la Corte d’Appello di Venezia ha recentemente confermato che, con l’installazione del software per manipolare le emissioni dei motori diesel e superare le prove di omologazione, Volkswagen (VW) ha violato i regolamenti europei, ha commesso una pratica commerciale scorretta e una vera e propria frode ai danni dei consumatori. La sentenza ha anche confermato la validità delle oltre 63mila adesioni raccolte (leggermente aumentate in appello, grazie all’impegno di Altroconsumo). Così come ha sancito nuovamente l’obbligo per Volkswagen di risarcire gli aderenti. L’ammontare del risarcimento, che il Tribunale di primo grado aveva quantificato in 3.300 euro per il danno patrimoniale e morale di ogni aderente, è stato drasticamente ridotto dalla sentenza d’appello a 300 euro per danno morale.

Nel 2021, il Tribunale di primo grado aveva infatti stabilito la sussistenza anche del danno patrimoniale, poiché i consumatori hanno acquistato un veicolo ritenendolo regolarmente omologato come Euro 5 e “green” (come dichiarato in malafede da VW). A causa di questo inganno, i consumatori non hanno potuto determinare in modo consapevole le condizioni economiche del proprio acquisto e hanno pagato un prezzo superiore al valore del veicolo, subendo quindi una perdita patrimoniale della quale essere risarciti.

“Rispettiamo ma non condividiamo la decisione della Corte d’Appello. Siamo convinti delle ragioni che hanno animato la nostra azione sin dal 2016 e che sono state peraltro già sancite in primo grado di giudizio. Ricorreremo pertanto in Cassazione per chiedere che agli oltre 63.000 automobilisti coinvolti venga riconosciuto un risarcimento pieno per il danno da loro subito” ha dichiarato il Responsabile delle relazioni esterne di Altroconsumo, Federico Cavallo. “Dopo ben 7 anni e due gradi di giudizio, è senz’altro importante che sia stato confermato dalla Corte l’inganno di Volkswagen sulle emissioni dei suoi motori diesel e l’obbligo a risarcire 300 euro per ognuno degli oltre 63 mila aderenti (per un totale di quasi 19 milioni di euro). Si tratta già questo di un risultato senza precedenti in Italia, che però consideriamo parziale e non ci basta. Il nostro impegno, in questa lunga e complessa vicenda, non può quindi che continuare nell’interesse delle migliaia di consumatrici e consumatori che meritano giustizia e che grazie alla nostra class action hanno unito le forze per chiedere, insieme, il rispetto dei propri diritti” ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza