cerca CERCA
Domenica 21 Aprile 2024
Aggiornato: 19:40
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Comunicato stampa

Crescere Insieme: il punto di riferimento per gli Asili nido

14 aprile 2023 | 15.13
LETTURA: 8 minuti

Roma, 14 Aprile 2023. L’iscrizione all’asilo nido e alla scuola dell’infanzia rappresenta per le famiglie un momento molto delicato, dovendo individuare quelle realtà in grado di fare crescere e sviluppare i propri figli a livello cognitivo, psicologico e relazionale, attraverso programmi formativi adeguati e al passo con i cambiamenti della società odierna e la presenza di educatori qualificati e formati nel migliore dei modi.

Una situazione che diventa ancor più complicata nelle grandi città, dove la grande offerta di strutture dedicate ai bambini può comportare confusione e una scelta sbagliata o non del tutto allineata ai bisogni dei più piccoli da parte dei genitori.

A risolvere questa criticità ci ha pensato Crescere Insieme, azienda leader del settore degli asili nido che attraverso le sue innumerevoli strutture dislocate sul territorio italiano propone quotidianamente un servizio d’eccellenza a 360 gradi per offrire quella serenità e tranquillità fondamentali per i genitori e una formazione pedagogica moderna e di qualità ai loro figli.

L’importanza di un asilo sicuro e al passo con i tempi: gli asili di Crescere Insieme

Come accennato in precedenza, tra le priorità delle famiglie troviamo certamente l’opportunità di far frequentare ai propri bambini strutture all’avanguardia che possano fornire un’educazione d’eccellenza e al passo con i mutamenti della società odierna, all’interno di spazi sicuri che offrono benessere e tranquillità ai genitori e ai propri figli.

Tra gli esempi migliori in questo senso troviamo Crescere Insieme, leader di settore da oltre 30 anni che grazie all’esperienza maturata sul campo è divenuto un punto di riferimento per tutte le famiglie che vogliono iscrivere il proprio figlio a un asilo nido o scuola dell’infanzia, offrendo ai bambini gli strumenti più idonei per il proprio benessere e lo sviluppo cognitivo.

Uno degli aspetti maggiormente considerati nella scelta della struttura, riguarda la distribuzione degli spazi: “Gli spazi degli asili nido di Crescere Insieme sono progettati e pensati per essere sicuri, rasserenanti e stimolanti allo stesso tempo, organizzati secondo criteri che incoraggiano l’attività individuale, collettiva e di piccolo gruppo, sia all’interno che all’esterno, non lasciando nulla alla casualità e all’improvvisazione, nella consapevolezza che lo spazio è il primo insegnante. Anche le famiglie sono sempre più attente a queste variabili, chiedendo sicurezza e innovazione, capacità di accoglienza e contenimento unita alla promozione di un’autonomia che spesso, in casa, non è sempre semplice garantire. La presenza della cucina interna, infine, contribuisce ad incrementare il livello di qualità e di benessere dei bambini presenti, nel rispetto dei loro tempi, delle abitudini alimentari e culturali dei singoli”.Dichiara Margherita Fassari, Responsabile Pedagogica delle strutture di Crescere Insieme-.

Da oltre 30 anni riferimento per asili

Crescere Insieme è ormai da oltre 30 anni un punto di riferimento per tutte le famiglie che vogliono iscrivere il proprio figlio a un asilo nido o scuola dell’infanzia potendo contare su uno staff di educatori altamente qualificato, una flessibilità oraria e programmi pedagogici completi, innovativi e che tengono conto di quegli elementi della società divenuti prioritari per la crescita dei bambini, quali inclusività, bilinguismo, solidarietà e multiculturalismo.

Grazie all’esperienza maturata sul campo e la competenza specifica del management coinvolto, gli asili nido di Crescere Insieme vanno ben oltre la semplice ma sempre fondamentale operatività formativa, configurandosi come un vero e proprio polo di servizi a 360 gradi per i bambini e le famiglie, in grado di supportare i genitori in ogni aspetto della crescita dei propri figli anche fuori dal contesto scolastico.

Il vero fiore all’occhiello di Crescere Insieme è relativo ai programmi pedagogici e allo staff di educatori. La presenza di professionisti dell’educazione infantile, in possesso di certificazioni e attestati specifici, consente agli asili nido di offrire una formazione d’eccellenza, attraverso un percorso di apprendimento che tiene conto sia delle variabili pedagogiche che di quelle ludiche, in un ambiente in cui l’educazione e il gioco vanno di pari passo per uno sviluppo cognitivo naturale e in grado di stimolare e far emergere tutte le potenzialità dei bambini, contemplando anche gli aspetti emotivi e relazionali. Ma non solo. Proprio per la approfondita conoscenza del settore, Crescere Insieme ha strutturato un approccio moderno e originale, inserendo nei propri programmi il bilinguismo e l’apprendimento delle materie STEM, fattori determinanti per rendere i bambini già pronti e preparati alla società.

Attività scientifiche e all’aria aperta

A questi si aggiungono i laboratori dedicati alla creatività e alle scienze, così come quelli orientati alla psicomotricità e alle attività all’aria aperta, offrendo gli strumenti più adatti per far sentire il bambino libero di sperimentare e scoprire le sue peculiarità e passioni, dando sfogo alla sua immaginazione ed emotività, impegnandosi in attività riguardanti il teatro, la tecnologia e la manualità.

Continua Margherita Fassari “Il laboratorio è uno stimolo all’apprendimento attivo per il bambino soprattutto nella fascia 0-6 anni. Le attività scientifiche hanno l’obiettivo di potenziare le funzioni e le componenti del pensiero scientifico: imparo per prova ed errori confermando o scartando le ipotesi di partenza e utilizzando le competenze trasversali, le famose soft skills”.Anche la salute e il benessere dell’organismo sono messi al primo posto, con una mensa gestita da personale adeguatamente preparato in grado di offrire pietanze salutari e un menù completo che tenga conto delle esigenze nutrizionali specifiche dei bambini.

Dal punto di vista delle famiglie, Crescere Insieme rappresenta un valido supporto per i genitori, con una consulenza continuativa per quanto riguarda il sostegno alla genitorialità, assistenza in caso di bambini affetti da disabilità e ascolto psicologico. Inoltre, l’azienda offre anche la possibilità di centri estivi e soggiorni estivi, così da rendere più agevole la gestione dei propri figli anche in quei periodi dell’anno più complicati.

Una rete di asili che mette al centro le famiglie

Il successo di Crescere Insieme è direttamente collegato all’importanza che l’azienda ha rivolto alle famiglie, ponendosi come un alleato qualificato e sempre disponibile nel complesso e delicato percorso di crescita dei bambini.

Troppo spesso, infatti, i genitori non sono pienamente consapevoli e informati sui processi di apprendimento dei propri figli all’interno degli asili nido, così come sulle attività e i programmi pedagogici offerti per il loro sviluppo, vivendo di conseguenza situazioni di ansia e poca tranquillità: Crescere Insieme coinvolge le famiglie per creare il miglior ambiente possibile per i genitori e i bambini e sostiene la genitorialità attraverso incontri e colloqui in cui si affrontano i temi del ruolo educativo e della crescita, offrendo un supporto anche psicologico e centri di ascolto, in particolare per i neogenitori, mettendo a disposizione tutta la nostra esperienza e conoscenza del settore, in un operatività che va ben oltre l’educazione pedagogica ma che si configura come un vero e proprio Polo per l’infanzia a 360 gradi orientato unicamente al benessere e alla serenità delle famiglie e dei bambini.

In questo contesto si inserisce perfettamente la possibilità che Crescere Insieme offre alle aziende, con la realizzazione di asili nido aziendali, fornendo un fondamentale strumento di welfare, specialmente per quei soggetti che possono vivere periodi di difficoltà oggettiva, come le mamme lavoratrici: “Le mamme lavoratrici hanno davvero molto bisogno di essere supportate nel loro ruolo genitoriale e, di conseguenza, agevolate in quello professionale. In primis al rientro dalla maternità e poi durante tutto il percorso di crescita dei figli. L’asilo aziendale è fondamentale per migliorare il work-life balance e noi di Crescere Insieme siamo pronti ad affiancare tutti i nuovi progetti dedicati alle famiglie.”.

In oltre 30 anni di esperienza, Crescere Insieme Esperia partendo da Roma si è sviluppata in tutta Italia, divenendo un esempio di best practice nel delicato settore dell’infanzia, realizzando una rete di asili nido nazionale consolidata e riconducibile a un brand sinonimo di qualità, attenzione alle famiglie ed eccellenza pedagogica, rafforzando la propria esperienza e capacità di lavorare secondo le peculiari esigenze del territorio: “Stiamo creando una rete di asili a marchio Crescere Insieme per promuovere servizi che mettano il bambino e la famiglia al centro con servizi educativi di qualità”.

I dati degli Asili nido in Italia

Malgrado gli sforzi dei Governi che si sono succeduti in questi anni, l’Italia deve ancor fare molto per quel che concerne l’offerta di asili nido e scuole dell’infanzia. Stando agli ultimi dati messi a disposizione dall’Istat, risalenti alla fine del 2020, nel nostro Paese complessivamente troviamo poco più di 13 mila e 500 strutture dedicate all’educazione infantile, pari a 350 mila posti disponibili per le iscrizioni, ripartiti più o meno equamente tra pubblico e privato. Numeri che in percentuale evidenziano come solo il 27% dei bambini di età compresa tra 0 e 3 anni riesce a frequentare un asilo, ben al di sotto della soglia minima imposta del 33% imposta dall’Unione Europea, con il 73% delle richieste che non riescono ad essere soddisfatte né dal settore pubblico né da quello privato.

Se la media nazionale risulta essere insufficiente rispetto al contesto UE, alcune Regioni riescono ad ottenere numeri confortanti che superano il 33% appena citato. Nello specifico le Regioni che fanno registrare le migliori performance sono la Valle d’Aosta, con il 44,6% di copertura, seguita da Toscana, Umbria, Emilia Romagna e Provincia di Trento che vanno oltre la soglia europea, mentre, a sottolineare un grande divario sul nostro territorio, sono le Regioni del Mezzogiorno, come la Puglia, la Basilicata, la Calabria, la Sardegna e la Campania, quest’ultima fanalino di coda con solo l’8% di copertura.

Stesso andamento se andiamo ad analizzare i dati dei capoluoghi e delle grandi città: le prime posizioni sono infatti ricoperta da Firenze e Bologna con il 45% e spostandoci verso sud, l’unica metropoli ad operare nella stessa direzione è la Capitale Roma, con le stesse statistiche della città toscana ed emiliana, migliori rispetto alla media regionale del Lazio che, ad ogni modo, con il 34% di copertura riesce a soddisfare le indicazioni dell’Unione Europea.

Responsabilità editoriale: TiLinko – Img Solutions srl per Linking Agency

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza