cerca CERCA
Domenica 19 Maggio 2024
Aggiornato: 10:39
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Comunicato stampa

Fratelli Bietti (Caffé Tubino): “Rivolgersi alle torrefazioni? Così si sceglie la capsula giusta”

Fratelli Bietti
Fratelli Bietti
11 marzo 2022 | 15.38
LETTURA: 2 minuti

Pavia, 11 marzo 2022.Bere il caffè al bar è un rito irrinunciabile per gli italiani, parte integrante della nostra cultura. Oggi, tuttavia, è possibile gustare una bevanda di alta qualità anche a casa, in ufficio o in qualunque luogo ci si trovi, grazie alle capsule che sono ormai compatibili con praticamente tutte le macchinette per uso domestico. L’unica avvertenza per non restare delusi è di scegliere bene il fornitore a cui affidarsi per l’acquisto. “Il consiglio è di optare per un’azienda che utilizzi la stessa miscela proposta ai bar - spiega Gianluca Bietti, amministratore di Caffè Tubino, che da anni opera nel campo della torrefazione – In modo da poter provare nelle capsule quella stessa piacevole esperienza”.

La qualità della miscela, quindi, è fondamentale, anche se non è l’unico elemento da tenere in considerazione per la scelta. L’aspetto determinante, infatti, è il gusto, che varia da persona a persona e fa sì che il caffè di miglior qualità non sia per tutti anche il più buono. “In ogni zona d’Italia si preferiscono miscele dal gusto e dall’intensità diversi, il caffè che si beve al nord è per esempio diverso da quello che bevono al centro o al sud, diventa così importante trovare un equilibrio nell'offerta” sottolinea Francesca Bietti, titolare con i fratelli di Tubino, spiegando come tuttavia anche l’eccesso opposto, quindi l’idea di proporre sul mercato troppe miscele diverse, possa essere dannoso, poiché “si rischia di confondere il consumatore”.

La soluzione ideale è una mediazione: “Noi, per esempio, sulla base della nostra esperienza decennale – spiega l’imprenditrice - abbiamo selezionato due miscele, una intensa e corposa e una più delicata e morbida, che soddisfano il gusto dei nostri clienti”. Nella cultura italiana il caffè è simbolo di condivisione e ospitalità, oltre a risultare la pausa ideale per tanti di noi; se ne fa un consumo abitudinario, regolare e continuativo, per cui alcuni acquirenti fanno una scelta solo in base al prezzo.

“Chiaramente una buona capsula non può costare 10 centesimi e per un prodotto che piaccia bisogna spendere qualcosa di più, ma bisogna anche ammettere che alcune società vendono a prezzi più alti rispetto alla media del mercato perché fanno pagare anche l’immagine del proprio marchio – rileva Gianluca Bietti – La soluzione più efficace e soddisfacente è rivolgersi a una ditta che si occupi di torrefazione, per avere la garanzia di un’alta qualità della miscela, e che consenta di acquistare i prodotti online, eliminando così i costi di intermediazione”. Restando al tema economico si può inoltre evitare l'acquisto della macchinetta per uso domestico ottenendola in comodato d'uso gratuito insieme alle capsule (sempre sull'e-commerce aziendale caffetubino.com).

Guarda il servizio giornalistico video

Contatti: www.caffetubino.com

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza