cerca CERCA
Mercoledì 29 Maggio 2024
Aggiornato: 04:02
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Comunicato stampa

Festival Nazionale delle Università, RoboMate Behaviours Labs presenterà i robot umanoidi per l’assistenza medica

Festival Nazionale delle Università, RoboMate Behaviours Labs presenterà i robot umanoidi per l’assistenza medica
04 maggio 2023 | 12.25
LETTURA: 2 minuti

Roma, 4 maggio 2023 - “Uomini e macchine intelligenti” sarà il titolo della seconda edizione del Festival Nazionale delle Università, in programma da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2023 all'Università degli Studi LINK di Roma. Una tre giorni di incontri, dibattiti e tavole rotonde con un focus ben chiaro: la simbiosi e le relazioni che si possono innescare tra intelligenza artificiale, lavoro e competenze.

Nato come appuntamento annuale dedicato agli Atenei italiani, il Festival vuole essere un’occasione di confronto tra Università, giovani e imprese finalizzato alla crescita economica e lo sviluppo culturale del nostro Paese, in linea con gli obiettivi del PNRR e l’Agenda ONU 2030.

Tra i relatori della seconda edizione ci sarà Daniele Lombardo (CEO e Founder di RoboMate Behaviours Labs), che interverrà nel giorno di apertura nel panel “Diagnostica, assistenza e medicina di precisione”. Lombardo parlerà di RoboMate©, il primo software per robot umanoidi ad ottenere il marchio CE in Europa come dispositivo medico per la terapia cognitivo comportamentale, e la riabilitazione dei deficit del neuro sviluppo, dell’Alzheimer e della demenza senile, tramite la robot assisted therapy. Il CEO spiegherà come le digital therapy cambieranno il modo della sanità, e quali saranno le ripercussioni per il cittadino, i pazienti ed i medici.

«RoboMate – ha detto Lombardo – è stato sviluppato dopo anni di attività di ricerca e sviluppo da parte di un team di psicologi, medici, informatici, e insegnanti, ed è in uso presso diverse strutture sanitarie, e scuole».

«I Robot umanoidi di ultima generazione, in particolare i social robot umanoidi, sono dotati di sensori, microfoni, telecamere, ultrasuoni, ecc., alcuni hanno anche la possibilità di replicare espressioni facciali. In generale i robot umanoidi – ha proseguito – risultano molto utili per incentivare l’imitazione, la motivazione, catturare l’attenzione dei pazienti e degli studenti, consentendo quindi di stimolare l’apprendimento, l’interazione sociale, acquisire metriche oggettive, e rappresentare i risultati dell’attività terapeutica e formativa svolta. Ma, chiaramente, qualunque robot umanoide per poter diventare dispositivo utile per la terapia e la riabilitazione è necessario che sia dotato di software appositamente progettato, in grado di attuare i protocolli sanitari richiesti».

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza