cerca CERCA
Giovedì 13 Giugno 2024
Aggiornato: 13:16
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Attanasio, la moglie in Congo: "Da luogo tragedia mando messaggio speranza"

Parla Zakia Seddiki, tornata con le figlie a Kinshasa per il secondo anniversario dell'omicidio dell'ambasciatore Luca Attanasio: "Non c'è tempo per l'odio, per questo siamo qui"

Attanasio, la moglie in Congo:
22 febbraio 2023 | 16.42
LETTURA: 3 minuti

"Non è facile essere qui a Kinshasa, in questa data particolare, ma dobbiamo affrontarla con il sorriso e in maniera concreta, portando avanti i progetti di Luca". Lo dice all'Adnkronos Zakia Seddiki, vedova dell'ambasciatore Luca Attanasio, che ha deciso di trascorrere in Congo il secondo anniversario dall'agguato mortale in cui è stato ucciso suo marito, insieme al carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci e al'autista Mustapha Milambo.

"Il messaggio del primo anniversario è stato 'la rinascita della fondazione'. E adesso continuiamo con un messaggio di speranza, di continuità, nel luogo della tragedia, ma anche il luogo in cui insieme a Luca abbiamo creato un rapporto umano con bambini e donne in difficoltà", spiega Zakia Seddiki, presidente e fondatrice della Fondazione Mama Sofia', che si propone di tramandare il patrimonio di valori e l’eredità spirituale di Attanasio, ovvero "la semplicità di Luca, la sua scelta di intraprendere la carriera diplomatica per essere utile agli altri e il suo grande amore per l'Italia. Lui, tra l'altro, era sempre concreto e in maniera concreta e con grande rispetto noi dobbiamo ricordarlo".

Per farlo, in occasione del secondo anniversario dall'omicidio del diplomatico, la Fondazione Mama Sofia ha lanciato, con il patrocinio dei ministeri degli Esteri, dell'Istruzione e dell'Università, 43 borse di studio destinate ad altrettanti giovani di dodici nazioni e messe a disposizione dall’università eCampus. “Vogliamo aiutare questi ragazzi ad avere un futuro migliore, approfittando del sistema italiano di formazione. E dare loro la possibilità di realizzare, tramite la formazione, i loro sogni e i loro progetti", ha sottolineato la vedova Attanasio.

E' attraverso le iniziative umanitarie in memoria dell'ambasciatore ucciso in Congo che Zakia Seddiki vuole ricordare il marito. "Lui era positivo e il suo sorriso dovrà continuare. Solo così lo possiamo sentire vivo e con noi", spiega all'Adnkronos nel secondo anniversario dalla morte di Attanasio, che sta trascorrendo a Kinshasa, insieme alle figlie. A loro cerca di tramandare i valori del padre, "l'impegno sociale, il rispetto verso gli altri, il continuare ad amare, senza perdere tempo ad odiare. E' anche per questo che oggi siamo qua".

Un'eredità spirituale, quella dell'ambasciatore italiano, che non è destinata solo alle sue tre figlie. "Luca è un rappresentante delle istituzioni, che ha rappresentato al meglio l'Italia. E' giusto ricordarlo come l'esempio di cui i nostri giovani hanno bisogno", sottolinea la moglie, plaudendo alle "diverse iniziative che il Ministero degli Esteri sta portando avanti per ricordare Luca".

Per questo la vedova Attanasio ringrazia "tutte le istituzioni e in testa la Farnesina, perché stanno portando avanti come si deve la memoria di Luca", che d'altra parte alla Farnesina "ha lasciato una seconda famiglia. Da loro sentiamo la vicinanza per un collega, ma anche per uno della famiglia, che sarà sempre presente".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza