cerca CERCA
Giovedì 30 Maggio 2024
Aggiornato: 18:30
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Battaglia Bakhmut, Ucraina: "Wagner prova a sfondare"

Zelensky: "In una settimana eliminati oltre mille soldati russi". Isw: "Mercenari di Prigozhin mandati a morire"

(Afp)
(Afp)
13 marzo 2023 | 09.54
LETTURA: 3 minuti

Infuria la battaglia intorno a Bakhmut, la città nell'Oblast di Donetsk, nell'Ucraina orientale. Secondo quanto riferito dal comandante delle forze di terra di Kiev Oleksandr Syrskyi le milizie di Wagner non smettono di tentare di sfondare le difese e di avanzare verso il centro della città, ma stanno subendo pesanti perdite. "La situazione intorno a Bakhmut rimane difficile. Le unità d'assalto di Wagner stanno avanzando da più direzioni, cercando di sfondare le difese delle nostre truppe e avanzare verso le zone centrali della città", ha dichiarato Syrskyi, aggiungendo che "nel corso di feroci battaglie, i soldati ucraini infliggono perdite significative agli occupanti".

Nel suo ultimo discorso, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha parlato di oltre mille soldati russi uccisi, mentre più di 1.500 sono rimasti feriti nell'ultima settimana. ''In meno di una settimana, a partire dal 6 marzo, siamo riusciti a uccidere più di 1.100 soldati nemici nel solo settore di Bakhmut, perdita irreversibile per la Russia'', ha detto.

Battaglia di Bakhmut, Prigozhin: "Wagner vicina a cuore città"

"GRUPPO WAGNER CAPRO ESPIATORIO DI MOSCA A BAKHMUT" - L'Institute for the Study of War ha riferito che il Ministero della Difesa russo starebbe "deliberatamente utilizzando il gruppo Wagner a Bakhmut come capro espiatorio per la presa della città". Secondo il think tank con sede a Washington, la decisione di Mosca di impiegare i mercenari nella costosa, in termini di vite umane, conquista della città, dipenderebbe da una sorta di resa dei conti fra il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu e il capo dello stato maggiore russo Valery Gerasimov con il fondatore della milizia Yevgeny Prigozhin.

Secondo il rapporto, la presunta strategia del Cremlino di sacrificare le forze di Wagner nella battaglia per Bakhmut arriva dopo la "implacabile campagna di diffamazione" di Prigozhin contro il Ministero della Difesa russo iniziata nel maggio 2022. La campagna si è concentrata sui fallimenti dell'esercito russo durante la controffensiva ucraina a Kharkiv e Donetsk. Poiché l'ambizione e le critiche di Prigozhin al Ministero della Difesa russo hanno allarmato Putin, è improbabile che Wagner torni al livello di sostegno che aveva ricevuto nella primavera del 2022.

CREMLINO: "ANCORA NESSUN PREREQUISITO PER COLLOQUI DI PACE" - Al momento, gli obiettivi russi in Ucraina possono essere raggiunti solo con mezzi militari, non ci sono ancora i prerequisiti per colloqui di pace. Lo ha affermato il portavoce del presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov. Durante una conversazione con i giornalisti, gli è stato chiesto di commentare l'idea dell'ex presidente della Conferenza sulla sicurezza di Monaco, Wolfgang Ischinger, di creare un gruppo di contatto di rappresentanti dei paesi occidentali per risolvere la crisi ucraina e ha chiesto se questa iniziativa potesse aiutare a porre fine al conflitto. "No, non la pensiamo così", ha risposto Peskov, spiegando che "finora non ci sono i prerequisiti per la transizione del processo verso un corso pacifico". "Per noi la priorità assoluta - ha aggiunto - continua ad essere e rimarrà sempre il raggiungimento degli obiettivi prefissati. E al momento possono essere raggiunti solo con mezzi militari".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza