cerca CERCA
Giovedì 13 Giugno 2024
Aggiornato: 17:17
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Qatargate, Kaili destituita da vicepresidenza Parlamento Ue

Il legale di Kaili: "Innocente, non ha nulla a che fare con i finanziamenti del Qatar". Ambasciatore Doha in Ue per 6 anni a Roma

Fotogramma
Fotogramma
13 dicembre 2022 | 09.43
LETTURA: 2 minuti

Eva Kaili, la politica greca espulsa dal Pasok e sospesa dal gruppo S&D, arrestata dalle autorità belghe, nell'indagine sul cosiddetto Qatargate, per sospetta corruzione operata dal Qatar al fine di influenzare le decisioni del Parlamento Europeo, è stata destituita da vicepresidente dell'Aula con un voto a larghissima maggioranza: su 628 voti, 625 sono favorevoli, due astenuti e un solo contrario, il croato Mislav Kolakusic, dei Non Iscritti, che nel dicembre 2021 era stato sanzionato dal Parlamento per aver violato le normative sanitarie, che imponevano a chiunque accedesse ai locali del Parlamento di mostrare il green pass. In una lettera ai colleghi, nell'ottobre 2020, definì il Covid-19 come un "raffreddore".

La conferenza dei presidenti dei gruppi politici del Parlamento Europeo ha attivato oggi la procedura prevista dall'articolo 21 del regolamento, per revocare la carica della ex vicepresidente attualmente detenuta. Il voto sulla destituzione, annunciata nei giorni scorsi dalla presidente Roberta Metsola, si è tenuta oggi in plenaria intorno a mezzogiorno. Per attivare la procedura ex articolo 21 occorreva una maggioranza dei tre quinti dei voti espressi, che rappresentino almeno tre gruppi politici.

L'ASTENUTA ROOKMAKER: "VALE PRESUNZIONE INNOCENZA" - "La presunzione di innocenza è un principio molto importante. Eva Kaili non è a Strasburgo e non può difendersi, né influenzare negativamente" il voto, dichiara all'Adnkronos Dorien Rookmaker, eurodeputata olandese del gruppo Ecr, una dei due astenuti sulla votazione.

"Dobbiamo essere cauti in una situazione come questa. So che andare in direzione contraria alla massa può essere pericoloso, ma è la cosa giusta da fare al momento", aggiunge Rookmaker.

KAILI - "Kaili è innocente". Questo quanto sostiene il legale dell'ex vice presidente del Parlamento europeoParlando alla tv greca Open, l'avvocato Michalis Dimitrakopoulos ha detto: "La sua posizione è che è innocente, vi posso dire questo. Non ha nulla a che fare con i finanziamenti del Qatar, nulla, in modo esplicito e inequivocabile. Questa è la sua posizione".

AMBASCIATORE DOHA IN UE PER 6 ANNI A ROMA - L'attuale ambasciatore del Qatar presso l'Ue, Abdelaziz Bin Ahmed al Malki, è stato ambasciatore di Doha in Italia e nella Repubblica di San Marino dal 2015 al 2021. Nella sua lunga carriera al Malki è stato, tra l'altro, presidente della Qatar Petroleum. I suoi legami con l'Italia sono profondi: è stato vicepresidente della Fao, che ha sede a Roma. Dopo essersi laureato negli Usa nel 1988, ha ottenuto nel 2016 un master in Scienze Politiche all'Università La Sapienza di Roma.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza