cerca CERCA
Mercoledì 22 Maggio 2024
Aggiornato: 13:58
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Ucraina, "007 Russia avvertirono Putin su tempi invasione": il retroscena

Royal United Services Institute britannico: direttore Svr aveva avvertito che sarebbe stato necessario altro tempo

(Afp)
(Afp)
29 marzo 2023 | 17.46
LETTURA: 1 minuti

Il direttore dell'Svr (Servizio di intelligence internazionale) Sergei Naryshkin aveva avvertito, senza successo, Putin prima dell'inizio dell'invasione dell'Ucraina precisando che sarebbe stato necessario altro tempo per prepararla. Lo afferma il Royal United Services Institute (Rusi) britannico in un rapporto di 39 pagine sulle azioni dei servizi russi preliminari alla guerra e durante il conflitto.

L'Svr aveva iniziato a preparare l'invasione già dal giugno del 2021. E ha avuto un successo maggiore che non i militari. Come anche l'Fsb (Servizio di sicurezza federale) che è riuscito a dominare la popolazione dei territori occupati, scaricando gli hard disk dei computer degli uffici del governo, identificando le persone fedeli allo Stato ucraino che sarebbero state poi arrestate e interrogate. L'errore dei servizi di anticipare una accoglienza a braccia aperte per le forze di Mosca ha in realtà messo in secondo piano il successo del loro operato, si sottolinea.

"E' evidente che i servizi speciali russi sono riusciti a reclutare un'ampia rete di agenti in Ucraina prima dell'invasione e che gran parte di questo apparato di sostegno è rimasto a disposizione dopo l'invasione, fornendo un flusso costante di intelligence alle forze russe", si legge nel rapporto. L'Fsb aveva formato gruppi operativi provvisori con l'obiettivo di città come Melitopol. E mano a mano che le forze avanzavano, l'Fsb sequestrava le memorie dei computer che consentivano all'intelligence di compilare liste degli ucraini da arrestare a scopo intimidatorio, per spingere la popolazione a non opporre resistenza. Almeno 800 funzionari ucraini sono stati cooptati per lavorare per l'Fsb, alcuni costretti altri no. Per i servizi russi, è necessario cooptare solo l'8 per cento della popolazione per poter controllare il territorio. Per il Rusi la strategia dell'Fsb ha funzionato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza